Notizie

Antonella Leardi: “Mio figlio diceva: ‘mi ha sparato il chiattone’ “

b45ee65dc298131593a17e62fe0394ee

Udienza ieri mattina del processo per la morte di Ciro Esposito, ascoltata la madre Antonella Leardi.

“Mio figlio diceva: ‘mi ha sparato il chiattone’ “. Antonella Leardi riporta al processo di ieri mattina la sua testimonianza diretta. La madre di Ciro Esposito racconta momenti struggenti della vicenda che ha visto coinvolto il figlio. “Di questo era pieno il suo zainetto – ha continuato  – di frittatine e di casatiello…”.

Assistita dall’avvocato di Diego Armando Maradona, Angelo Pisani, la donna racconta ai giudici dell’accaduto. Una testimonianza che si incastra con quanto già dichiarato lo scorso 26 gennaio dal cugino di Ciro, tale Domenico Pinto, presente con lui alla trasferta a Roma: “Ho visto Ciro a due metri da De Santis, ricordo che stava per voltarsi e fuggire quando ha estratto la pistola, ma De Santis ha sparato”. Sarebbe ovviamente Daniele De Santis il ‘chiattone’ apostrofato così da Ciro durante i momenti di agonia, quei 52 giorni in cui Antonella ha assistito e visto morire il figlio in ospedale. 

“Puntiamo ad una indennità che sia non solo in termini di denaro ma soprattutto per indennizzo morale – ha detto questa mattina Anelo Pisani -. Su questa storia ci hanno marciato in troppi, è stata una sconfitta per lo sport ma ora bisogna dare il buon esempio. Vogliamo avere giustizia per la famiglia di Ciro Esposito. Il caso non viene più valutato come una guerriglia tra tifosi ma come di un omicidio premeditato in cui Daniele De Santis ha sparato contro persone indifese”.

 

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top