Notizie

Avvocato Chiacchio sulla discriminazione: “Se invece del Milan fosse stata coinvolta un’altra squadra, dubito si sarebbe…”

c54cd01619725a4dabebc35be504cd7b

E’ intervenuto ai microfoni di Marte Sport Live l’avvocato Eduardo Chiacchio, noto soprattutto per aver difeso l’ex portiere napoletano Matteo Gianello ed esser riuscito a derubricarne il reato nella controversia dello scorso anno. L’avvocato si è soffermato sulla questione del ricorso presentato dal Milan avverso la chiusura dello stadio per cori discriminatori. 

«Quest’oggi sarò in Corte di giustizia Federale per difendere la Juve Stabia – per far ridurre una squalifica pesante all’allenatore Braglia – , stesso nel pomeriggio si discuterà del ricorso del Milan per la chiusura di San Siro in occasione della partita contro l’Udinese. Si parla di un possibile rinvio della decisione, consentendo nel frattempo la modifica normativa in base al principio dello ius superveniens, cioè l’eventuale nuova norma adottata permetterebbe la chiusura della sola curva milanista e non dell’intero stadio. Sono voci, vedremo quel che succederà. Chiaramente non sarebbe giusto, ci sono delle norme che vanno rispettate. Se invece del Milan fosse stata coinvolta una squadra campana in questa vicenda, non si sarebbe fatto nulla. E questo è il punto: c’è un codice unico e deve essere rispettato da tutti. Ho comunque molta fiducia nella Corte Federale che generalmente non si presta a questi giochi. Si stanno facendo grandi valutazioni sulle discriminazioni, che prima di oggi nessuna aveva mai fatto. Parlare di colera o di Vesuvio che deve bruciare sono cori offensivi, denigratori e impronunciabili che meritano in ogni caso sanzioni».

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top