Notizie

Behrami: “Abbiamo avuto pazienza, ora l’Europa League somiglia alla Champions. Risultato giusto. Tra secondo posto e trofeo scelgo…”

125e4605764911a65f000c422ece37a5

Al termine della partita vinta 3-1 contro lo Swansea, Valon Behrami, autore di una buona prova, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla Radio e a Sky: «Nel secondo tempo abbiamo avuto tanta pazienza e siamo stati premiati, non è facile a Napoli essere sempre positivi dopo una brutta prestazione, la gente si sentiva che cominciava a mormorare perchè non riuscivamo a fare bene, ma siamo riusciti a vincere ugualmente senza farci condizionare mantenendo la calma. Ora troviamo il Porto, d’altro canto in Europa League stanno andando avanti tante squadre forti e sembra un po’ la Champions, con la squadra portoghese sarà molto bello e anche per i tifosi sarà stupendo assistere a questa sfida». 

Che Napoli emerge dopo questi 90 minuti?
«Abbiamo tenuto un ritmo molto alto nel secondo tempo, pressando sempre bene e cercando le soluzioni che ci aveva chiesto l’allenatore. Nel primo tempo abbiamo subito troppo il loro ritmo, avevamo una posizione in campo troppo avanzata, loro ci aggredivano sempre alle spalle trovando la giocata giusta. Nel secondo tempo, invece, abbiamo alato il ritmo e li abbiamo messi in difficoltà: credo che il risultato sia giusto alla fine». 

Quanto è importante sentirsi in corsa su tre fronti?
«Era importante vincere e reagire dopo il pareggio col Genoa per il quale abbiamo subito alcune critiche. Abbiamo dimostrato che siamo una squadra che sta bene in questo momento. Ho detto ad Henrique di non uscire troppo alti perché nel primo tempo avevamo sofferto troppo, dovevamo correggere l’atteggiamento e rimanere più corti ed aspettarli, così da rendere più efficace il pressing». 

Tu hai giocato sia con Cavani che con Higuain, hai una preferenza?
«Si parla di due top player, Higuain anche quando sembra non sia in giornata alla fine fa sempre gol, mentre Edi ti fa capire maggiormente le sue sensazioni, se è arrabbiato o meno. Gonzalo invece è sempre lucido e sembra sempre tranquillo. Sono due grandissimi campioni ed ho avuto la fortuna di giocare con entrambi, per me è una cosa molto piacevole». 

Le squadre italiane sembrano non snobbare più l’Europa League. 
«Sì, inizialmente questa coppa viene sottovalutata, ma questo punto le cose si fanno interessanti, sono rimaste squadre molto forti. Per noi è importante dimostrare qualcosa in Europa, soprattutto visto il distacco in campionato. Inoltre la realtà del calcio italiano è cambiata, quindi dobbiamo recuperare nel ranking per riconquistare un posto in più in Champions». 

Sceglieresti il secondo posto o la vittoria in Europa League? 
«Una vittoria in coppa ha sempre un sapore particolare, quindi sceglierei l’Europa League».

Inside Articles Bottom
To Top