Notizie

Benitez: “Siamo in un buon momento ma dobbiamo stare attenti. Secondo posto? Ci puo’ stare”

Rileggi l’intervista di Rafa Benitez alla vigilia della sfida con l’Udinese. Il tecnico del Napoli ha parlato ai microfoni della radio ufficiale della società, Radio Kiss Kiss Napoli, e non in conferenza stampa.

Un buon 2015 per il Napoli.
“Si, abbiamo iniziato bene. Dobbiamo essere contenti per quello che abbiamo fatto in questo inizio del 2015. La squadra sta bene anche mentalmente e fisicamente grazie anche allo staff medico. Ma basta una partita per cambiare tutto”.

Domani in campo ci saranno 5 diffidati.
“Per noi non cambia nulla. Decidiamo la formazione per vincere la partita ma il cartellino non possiamo controllarlo”.

Tutti stanno avendo un’opportunità, ormai è una rosa ampia e affidabile.
“Chi non gioca deve lavorare molto e meglio degli altri, perché tutti hanno la loro opportunità. Questo fa si che la squadra sia sempre più forte”.

Koulibaly a destra ha fatto bene contro l’Inter. Lei vuole la duttilità nei giocatori.
“Si, a noi interessa molto. Anche a sinistra chiesi uno sforzo a Koulibaly e fece bene,contro l’Inter l’ho chiesto per la destra ed ha fatto benissimo. Ci aiuta molto”.

Strinic e Ghoulam ora a sinistra c’è il pieno.
“Si, meglio essere in più che in pochi. Adesso c’è la concorrenza con Ghoulam e la competizione con giocatori di qualità fa solo bene. A sinistra siamo apposto anche per il futuro”.

Allegri ha detto che il Napoli può arrivare al primo posto. Cosa ne pensa?
“Tanti allenatori parlano bene delle squadre che sono alle loro spalle, noi vediamo il nostro cammino e guardiamo partita dopo partita”.

Higuain e Zapata un bel duello. Domani Duvan dal primo minuto?
“Higuain sta facendo benissimo, Duvan sta bene. Dipende da loro, di quanti ne possiamo cambiare. Chi sarà dal primo minuto dipende più da loro che da me”.

Il suo “ci può stare” va bene anche per il secondo posto?
“Mai dire mai. Dobbiamo avere equilibrio, se vinciamo quella contro l’Udinese poi guardiamo alla prossima gara. Tutto può cambiare in un minuto”.

Ha visitato pochi posti, ne deve vedere altri. Quindi deve rinnovare.
“Qui in Campania ci sono tanti posti belli e da visitare: non basterebbero dieci anni per visitarla tutta”.

Si parla di un’offerta del PSG.
“La cosa più importante per me è concentrarmi sull’Udinese”.

Inside Articles Bottom
To Top