Notizie

Benitez: “Stasera mi aspettavo una squadra simile a quella vista mercoledì. Sono molto contento”

bb9b250443dc34308e298da5c5767374

Queste le parole del Mister Benitez, di un Rafa più che soddisfatto:

Ha visto la reazione che si aspettava dopo la Champions?
Sì, mi aspettavo una squadra simile, abbiamo giocato contro una buona squadra e abbiamo fatto una buona partita.
Le caratteristiche importanti di stasera sono state la tranquillità , l’orgoglio e l’allegria di vincere una partita importante.
Oggi, potevo togliere un attaccante e mettere un difensore, oggi con il 4 a 2 dovevamo essere coperti perché la ripartenza poteva essere pericolosa.

Essere eliminati dalle coppe non è mai facile, i 3 ragazzini dopo la punta Higuain, cambiavano molto, era una sua idea?
Tutti e tre hanno libertà, possono spostarsi come vogliono ma dopo devono fare il loro lavoro.
Avrei fatto battere il rigore a Insigne ma non ho avuto tempo per riferirlo e Pandev ha preso l’iniziativa.
Si può migliorare, l’idea è palleggiare senza perdere la palla, qualche volta sbagliamo. Nel primo tempo abbiamo controllato di più la partita, una palla che sbagliamo mette in difficoltà la difesa.

Come valuta la prestazione di Maggio?
Mi sembra che abbia lavorato bene da dopo l’intervento, conosciamo la sua forza, oggi ha perso qualche palla. In quanto a lavoro e sforzo sono molto contento di lui”.

Rafa Benitez ha affrontato una partita non facile da tutti i punti di vista. Benitez contro Mazzarri, contro il suo passato: l’Inter, contro la cocente delusione di Mercoledì sera, eppure è riuscito a dare alla squadra la giusta carica.
Ecco le sue dichiarazioni nel post gara:
“Questa è la strada giusta, oggi non era facile. Subiamo gol ma vinciamo, ora abbiamo 7 punti di vantaggio sull’Inter. Certo ripartire quando loro avevano il possesso palla non era facile”.

Passata la delusione di mercoledì?
“La partita era diversa. Siamo usciti a testa alta ma importante è vincere in campionato. La squadra doveva reagire e l’ha fatto”.

Benitez, per lei era una partita speciale?
“No, importante era vincere. L’Inter è una squadra forte e dovrà essere un nemico fino alla fine”.

La difesa è in difficoltà, la linea era sempre messa male.
“Bisogna migliorare ma non solo lì, deve migliorare tutta la squadra. Abbiamo Mesto e Zuniga infortunati che sono due giocatori forti. La difesa dipende da tutta la squadra. Il secondo gol potevamo non subirlo, dovevamo avere più esperienza. La squadra deve lavorare bene in difesa ma ha qualità in attacco”.

Lei ha conquistato Napoli.
“Io sono qui per vincere. I tifosi sono contenti. Io sono un professionista e faccio quello che ho sempre fatto”.

La Juventus è forte?
“Si, come ho sempre detto ma noi facciamo il nostro percorso senza guardare gli altri”.

Europa League, chi vorrebbe evitare?
“Ci sono Ajax, Porto. Aspettiamo domani e poi vedremo e dirò la mia”.

Fonte: Skysport e Mediaset Premium

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top