Notizie

Callejon: “Quando non approfitti nell’abbattere il tuo avversario, alla fine ne paghi il conto e in questa stagione è successo spesso. Futuro? Sto bene a Napoli e ci restero'”

043647a9b05561799d45bc5438ec3833

Maria Jose Callejon ha rilasciato un’intervista dopo il pareggio dell’Udinese. Lo spagnolo ha parlato di cosa è mancato alla squadra contro l’Udinese, del suo futuro e della piccola speranza che cova in fondo al suo cuore. Ecco l’intervista a Callejon:

Callejon, cosa direbbe a se stesso?
“Che anche contro l’Udinese abbiamo giocato una buona partita ed anche stavolta non l’abbiamo chiusa. Abbiamo creato una serie di occasioni per andare sul 2-0, sia nel primo che nel secondo tempo, e siamo stati puniti alla prima forse unica disattenzione. Il calcio è questo”.

E i problemi vanno risolti.
“Ci è mancato il cinismo, perché dovevamo raddoppiare. Se avessimo fatto 2-0, staremo a discutere d’altro. E in casi del genere, quando sciupi così tanto, la disattenzione diventa fatale. Dovremmo essere più concreti, avremmo dovuto esserlo in varie circostanze nel corso di questa stagione”.

Segnare da gioia ma per modo di dire.
“Io ho voglia di migliorarmi sempre e lavoro per questo. E’ chiaro che se vinci, la soddisfazione è maggiore e il senso della rete è diversa. Questa volta è andata così”.

L’impressione è che abbiate la testa alla finale di Coppa Italia del 3 maggio contro la Fiorentina.
“Ma no, perché per esempio in questo momento noi pensiamo all’Inter che affronteremo nella prossima partita di campionato. E’ nostra abitudine riflettere su una gara per volta. Magari a caldo, ora, stiamo male per aver buttato via una vittoria che anche questa volta potevamo cogliere. Però la Fiorentina e quella partita che assegna la Coppa Italia è lontanissima, al tre maggio mancano ancora due settimane”.

Per farla distrarre un po’: un pensierino alla Nazionale ed al Mondiale ogni tanto le viene.
“Il livello di competizione nella nazionale spagnola è alto e penso che esista un gruppo consolidato che ha fatto cose straordinarie e dunque renda tutto difficile per me. E’ chiaro che una speranza per la convocazione in vista del mondiale c’è sempre, però Navas, che gioca nel mio ruolo, quando viene chiamato fa sempre cose egregie”.

Il mercato la vede coinvolto: tanti la vogliono.
“Io quando sono arrivato ho sposato questo progetto, qua sto bene, ho un contratto e posso dire con certezza che resterò qui a Napoli”.

Diceva dell’Inter.
“E’ la nostra prossima avversaria. Chiusa una partita, comunque sia andata, ci si concentra su quella che arriva in calendario. Noi abbiamo un soltanto modo di ragionare: si gioca contro chiunque con la stessa mentalità per tentare di vincere. E sarà così anche a San Siro”.

Ha fatto i conti di cosa avete sciupato?
“Ho soltanto dinnanzi agli occhi le occasione che siamo stati capace di creare sul campo dell’Udinese e devo dire che abbiamo lasciato qui altri due punti. Ma io lo so bene, e lo sa chiunque: se fallisci la chance per abbattere definitivamente il tuo avversario, prima o poi ti tocca pagare il conto. Ecco, è successo ancora una volta in questa stagione”.

Fonte: Corriere dello Sport

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top