Notizie

Careca: “Un sogno giocare con Maradona. Difficile il paragone con Higuain. Sarri vuole scrivere la storia. Ad ADL consiglio un brasiliano. Vi racconto un retroscena sulla finale di Coppa Uefa…”

7acdb2cb476d4523d28fb4a5e8646785

Così l’ex attaccante del Napoli Antonio Careca alla Cartiera di Pompei durante la presentazione del libro “Il Romanzo del Grande Napoli”, scritto da Giampaolo Materazzo e Dario Sarnataro: “Sono arrivato qui nell’87, era un sogno venire a Napoli e di vincere giocando al fianco di Maradona. Con Diego ogni momento era speciale. Purtroppo non ho partecipato al primo scudetto. Mi manca l’allegria di Napoli, qui il pubblico è il 12esimo uomo in campo. I tifosi non devono mai lasciare da sola la squadra. La compattezza dell’ambiente è importante. Per me l’affetto del pubblico non è mai stato un problema, ho avuto pazienza. Vivono il calcio 24h al giorno ed è giusto dedicargli anche un semplice minuto per dargli l’attenzione che meritano”.
Su Bologna-Napoli 2-4 che valse lo scudetto: “Un ricordo bellissimo ma domenica sarà difficile per il Napoli. Quest’anno ho visto qualche partita, gli azzurri ce la possono fare. Un altro scudetto? La strada è lunga…”.
Gol più bello? Forse quello nella finale di Coppa Uefa. Quel giorno avevo la febbre a 40 ma è stato bellissimo”
Sul paragone con Higuain: “E’ difficile, spero possa fare più gol di me. Anche Zola veniva paragonato a Maradona: è un gran professionista ed un amico, ma Diego è Diego”.
“Squadra più ‘odiata? Nessuna (ride, ndr). Segnavo sempre contro la Juve, ricordo Brio e Bruno che provavano a menarmi ma non mi prendevano mai!”
Su Allan e Jorginho: “Giocatori interessanti e di qualità. Dunga sta osservando Jorginho. In generale, parlo spesso con Edo De Laurentiis per parlare di alcuni giovani profili brasiliani. Sono a sua disposizione. Oggi ad esempio gli consiglio un giocatore come Lima, un ‘dieci’ stupendo. Mi farebbe piacere portare in futuro qualche campione in azzurro, senza nulla in cambio, né soldi né nulla”.
Su Sarri:Non lo conosco, ma so che è nato a Napoli: sicuramente vuole fare la storia essendo anche napoletano”.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top