Notizie

Cavani, Mazzarri e il difficile rapporto con De Laurentiis

6ed9ae4f04b30685c477e1b700dbb27f

Un vulcanico Walter Mazzarri è tornato a parlare dopo la sua esperienza all’Inter culminata con il primo esonero della sua carriera. In un’intervista rilasciata al giornale giapponese “World Soccer Digest”, il mister livornese ha evidenziato come in questi ultimi 10 anni nessuno in Italia sia stato in grado di raggiungere risultati importanti come quelli da lui ottenuti. La salvezza con la Reggina partita a -15 punti, in una squadra dove il giocatore più pagato percepiva circa 300 mila euro l’anno. La qualificazione in Champions League e la vittoria della Coppa Italia in un’unica stagione nei suoi 4 anni sulla panchina del Napoli. Traguardi che fanno parte di una carriera fatta di tanta gavetta ma che lui considera un punto di partenza e non certo di arrivo.
Tornando alla sua esperienza nella società di De Laurentiis, il tecnico ricorda come il rapporto con il presidente, non sia sempre stato idilliaco. Sottolineando come il confronto faccia bene con chi è al vertice, ma tenendo sempre presente il rispetto dei ruoli e della persona ed inoltre il lavoro svolto che prepara il terreno per chi verrà dopo. Un De Laurentiis con il quale non è facile rapportarsi. Ne sa qualcosa anche Edinson Cavani, ora al PSG, che ha riferito come un giorno tornerebbe al Napoli ma non in presenza dell’attuale presidente: “A Napoli furono tre stagioni stupende con la città che mi ha dato praticamente tutto: nome, fama e crescita. Mi piacerebbe tornare un giorno, ma solo senza De Laurentiis. Non mi sono piaciute certe dichiarazioni dette alla mia partenza, non le meritavo e per rispetto non ho risposto. Ho segnato 104 gol nel Napoli e se dovessi tornare darei ancora il massimo”.

Articolo di Luca Salvadori

Inside Articles Bottom
To Top