Notizie

Conferenza stampa. Benitez: “Sarà una partita difficile. Higuain sta bene”. Hamsik: “Partita importante, siamo legati a questo trofeo”

e10c37e1572613d99fd9802ee4c6a1e8

Siamo alla vigilia della Finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli. Come di consueto si è tenuta la conferenza stampa, dove hanno parlato Benitez e Hamsik. La conferenza ha  inizio con Benitez:Giocare una finale è sempre difficile, a noi e alla Fiorentina piace giocare a calcio e sarà una bella partita. E’ stata una stagione positiva, per quello che abbiamo fatto e perché ci giochiamo una finale”.

SU HIGUAIN: “Higuain sta bene, vedremo domani come reagirà in campo”.

SUL NAPOLI: “Per la crescita del Napoli, vincere domani sarebbe importante. La stagione è stata positiva se pensiamo che è stato introdotto un nuovo modulo e nuovi giocatori. Inutile guardare la Juventus che quest’anno ha fatto il record di punti. Se ci sentiamo favoriti? Assolutamente no”.

SULLA GARA: “In campo siamo 11 contro 11 ma sappiamo che si affronteranno due squadre che giocano un buon calcio”.

SULLA STAGIONE: “Non sarà la partita di domani a decidere la nostra stagione. Il grosso è stato fatto”.

SULLA FIORENTINA: “Dobbiamo avere rispetto della Fiorentina, la squadra che avrà più determinazione vincerà.  La Fiorentina ha studiato la nostra squadra, conterà il carattere e la determinazione più che il modulo. Anche loro hanno avuto tanti infortuni come noi, ma questo domani non conterà. Rivincita? No, anche giocando in 10 facemmo una buona gara”.

SUL PAPA: “L’emozione di aver incontrato il Papa è stata davvero grande. Sono rimasto impressionato da lui”.

SULLA FORMAZIONE: “Non so se inserirò Behrami. In quel ruolo abbiamo più di una scelta, chi sarà più in forma giocherà. Hamsik e Higuain sono giocatori che possono fare la differenza in campo. La Fiorentina attaccherà e noi dovremo tenere la palla. Mentalmente siamo pronti, preparati ma poi in campo può succedere di tutto”.

SULL’ ENTUSIASMO DEI TIFOSI: “Quando siamo partiti abbiamo sentito la carica dei tifosi, vogliamo dar loro una grande gioia e dovremo gestire in campo questa carica. Vinceremo anche per loro, lo meritano”.

COSA FARA’ LA DIFFERENZA: “In queste partite è fondamentale il cuore ma a fare la differenza è la testa. Il calcio italiano deve imparare ad essere più propositivo”.

Prosegue Hamsik: “Questa partita per noi è molto importante, è un trofeo a cui siamo legati, non so se in caso di vittoria mi taglierò la cresta perché senza sto male. Non pensiamo a due anni fa, con la Fiorentina sarà una gara molto difficile. In una partita secca può succedere di tutto. Il gol non è un tormento per me. Dovremo dare tutti il massimo, se ognuno di noi saprà esprimersi al meglio sarà meglio per tutta la squadra. Sono soddisfatto per questa stagione, per il resto sono un professionista, devo solo allenarmi e migliorarmi”.


Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top