Notizie

Cori razzisti e scelte d’orario infelici: inutile continuare a scandalizzarsi

0cdb2240586db23e5b606f3513f665da

Senza profonde e serie riflessioni, non serve lamentarsi o continuare a sottolineare certe negatività del nostro calcio. Ancora c’è chi sottolinea come in (quasi) tutti gli stadi di calcio d’Italia si cantino cori contro Napoli e i napoletani. Richieste di grazia a sua maestà Vesuvio (senza che nessuno dei canter…ini si accorga  che madre natura ha deciso di lasciarlo dormire, per concentrarsi con terremoti, alluvioni, inondazioni e altre calamità nelle zone di residenza di certi canter…ini italici). Invocazioni di epidemie sterminanti per un popolo che è diventato un’ossessione (di inferiorità?) per il resto dell’Italia, anche in partite che non vedono protagonista il Napoli.

Non serve affrontare il problema (sociale e non più sportivo?) con le solite frasi fatte del tipo “la mamma degli imbecilli è sempre incinta”. Inutile dare notorietà a certi canter…ini, adesso diventati solo noiosamente banali e ripetitivi, se non si intende intervenire in maniera decisa e determinata senza guardare il colore delle maglie o la posizione geografica della città canter…ina: o si decide di intervenire con pene esemplari come partite perse a tavolino e penalizzazioni in classifica alla squadra di appartenenza dei canter…ini, oppure meglio lasciar perdere e non fare pubblicità a questo modo ignorate e marcio di vivere il nostro calcio malato. Magari, senza dar loro notorietà, un giorno certi canter…ini si scocceranno di cantare sempre le stesse canzoni.

Garcia si è lamentato della scelta di giocare alle 14:30, la partita degli ottavi di finale di Coppa Italia Roma-Spezia. Lamentela che sarebbe legittima considerando che al contrario di quanto si pensi al nord, anche per gran parte dei romani e dei meridionali italiani, le 14:30 cadono in pieno orario lavorativo per giunta in un periodo pre-natalizio e di inventari e bilanci di fine anno.

Lamentela che sarebbe legittima, a patto che il calcio del Belpaese non dovesse dipendere quasi totalmente dagli introiti dei diritti televisivi. Se così non fosse, probabilmente non sarebbero state scelte le 18:00 come orario della partita di campionato Sassuolo-Torino, da disputare in una zona notoriamente a rischio nebbia nei mesi autunnali e invernali. Infatti la partita non si è giocata ed è stata rinviata a data da destinarsi.

AUGURI E BUON NATALE, CALCIO ITALIANO.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top