Scuola di Giornalismo Sportivo

Corso di giornalismo sportivo: il Napoli non sbaglia a Brugge

28a703b129ed967de1358b2578739ea5

I partecipanti al corso diretto da Paolo Del Genio, hanno analizzato la sfida europea contro il Brugge. 
Tommaso Allocca

Il Napoli sa solo vincere, Sarri soddisfatto: “Risposta di livello”

Il momento magico del Napoli continua. Con la vittoria di misura a Bruges contro i padroni di casa le vittorie in Europa League sono passate a 5 su altrettante gare disputate. In campionato stessa musica.
Dalla quarta giornata dopo un inizio traballante con due pareggi ed una sconfitta rimediata i partenopei hanno inanellato una serie di risultati utili : 8 vittorie e 2 pareggi il bottino.
Ieri In uno stadio senza spettatori per i recenti funesti accadimenti, il Napoli ha schierato una formazione priva di molti elementi che finora avevano fatto grandi prestazioni. Lasciati a casa su tutti Reina e Higuain, Insigne in tribuna a seguito di un risentimento accusato prima della gara, con Mertens e Gabbiadini infortunati, non era affatto certo la squadra proseguisse il momento positivo.
In campo c’erano Maggio, Lopez, Gabriel e l’esordiente Chalobah insieme ad altri utilizzati poco o nulla in questa stagione. Il risultato è stato lo stesso. Grande personalità, organizzazione chiara, gioco comandato per tutta la partita con pochissime sbavature.
Concesse zero occasioni agli avversari con Gabriel praticamente inoperoso. Sarri in conferenza al termine non ha celato la sua soddisfazione: “Non è bello giocare un gara a porte chiuse, è davvero triste. A livello mentale per noi già era difficile, il match poi con questo clima surreale lo era ancora di più ma noi abbiamo dato una risposta di grande livello e bisogna rendere atto a questo gruppo. Di questa sera mi è piaciuta la mentalità. Per ora non pensiamo all’Inter, andiamo a cena.”

Francesco Natalino

Napoli rullo compressore

Gli azzurri non si fermano più, è arrivata la quinta vittoria consecutiva in europa league.
A siglare il Gol decisivo è Chiriches il difensore capitano della nazionale rumena. Sarri ha schierato i giocatori che trovano meno spazio in campionato, ha avuto una buona risposta da tutti. Lunedì c’è la sfida fondamentale contro l’Inter di Mancini capolista al San Paolo è atteso il tutto esaurito.    

Marco Salvadori

Club Brugge-Napoli 0-1, Sarri soddisfatto: «Non era facile trovare le motivazioni oggi»

L’allenatore del Napoli Maurizio Sarri ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di Sky, al termine dell’incontro di Europa League con il Bruges, vinto per 1-0 grazie alla marcatura di Chiriches:
«Con la qualificazione già acquisita e in uno stadio senza tifosi c’era il rischio di scendere in campo senza avere le giuste motivazioni, invece i ragazzi sono stati bravi e hanno giocato una bella partita. El Kaddouri? Deve velocizzare le sue giocate. A volte tende a trattenere un po’ troppo la palla. Tuttavia sta crescendo tantissimo e continuerà a ritagliarsi lo spazio che si merita».
Ora la partita con l’Inter: «Non ho ancora nessuna idea di come giochi Mancini. La preparerò da domani. A 25 partite dalla fine, non credo che la gara di lunedì sia più importante delle altre. Proveremo comunque a vincere per rendere felici i nostri tifosi. Scudetto? Ci sono in palio ancora 75 punti ».

Luca Salvadori

Brugge-Napoli 0-1: azzurri a punteggio pieno

Continua la galoppata del Napoli in Europa League.
Quinta vittoria su cinque partite nella fase a gironi dell’ex Coppa Uefa. Nel silenzio dello stadio Jan Breydel, inibito al pubblico a causa del rischio terrorismo, i partenopei trovano i tre punti grazie ad una rete di Chiriches nel finale del primo tempo.
Anche le seconde linee confermano il trend positivo con Gabriel che non viene mai impegnato. Nel silenzio dello stadio Jan Breydel si sentono soprattutto le urla di Sarri. Il Napoli fa la partita ma il Brugge, di tanto in tanto, capovolge l’azione. L’allenatore azzurro pretende una linea difensiva sempre alta e un massimo di tre tocchi con il pallone tra i piedi.
Tra i più seguiti Koulibaly e l’esordiente Chalobah che Sarri incita a più riprese. Le occasioni da goal non sono tante nei primi 45′. Il Brugge non tira mai in porta mentre il Napoli, che tiene il pallino del gioco, accusa l’assenza di un centravanti vero. Gli azzurri riescono a lo stesso a sbloccare la gara al 41, su palla inattiva.
La rete è di Chiriches, che approfitta per piazzare una zampata sporca mettendo fuori causa Bruzzone. Il Brugge è poca cosa e lo conferma anche nella ripresa. Il Napoli abbassa un po’ la guardia, inizia a cercare qualche lancio lungo al posto del palleggio ma i belgi non riescono ad approfittarne. Cercano le palle filtranti che finiscono sempre con un fuorigioco o con il recupero della difesa.
L’attaccante Vossen e l’ala Izquierdo fanno tanto movimento ma non tirano mai in porta. Sarri richiama più di una volta i suoi, predicando la ricerca della manovra palla a terra. Anche Preud’homme urla ma di rabbia. Nel finale il Napoli controlla senza troppi problemi. Il Brugge, sconfortato e demotivato, accusa la stanchezza e tira i remi in barca. In uno stadio in cui l’unico sostegno sono gli applausi degli steward è anche difficile trovare la giusta carica nei momenti difficili.
Finisce 1-0 per la squadra azzurra che sale a 15 punti. Dovesse battere anche il Legia, sarebbe passaggio del turno a punteggio pieno e record nella storia dell’Europa League. Ma prima ci saranno le due sfide di campionato. La prima, contro l’Inter, è già nella mente di tutti i napoletani.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top