100×100 Napoli

Scuola di Giornalismo Sportivo

Corso di giornalismo sportivo: Mercato chiuso, il punto sul Napoli e le altre “big”

948547171c80eaf6b94ed652f148d222

Davide Guzzardi, partecipante al corso diretto da Paolo Del Genio, ha analizzato il mercato di riparazione appena conclusosi.

Il mercato invernale è finito, le trattative si sono concluse ed il Napoli si trova con due nuovi giocatori in rosa: Alessio Grassi e Vasco Regini.
Il primo è arrivato dall’Atalanta a titolo definitivo, le cifre: 8 milioni di euro più 2 di bonus, contratto di quattro anni a 800.000
€ a stagione. Centrocampista classe ’95, piede destro, può fare da mezz’ala nel centrocampo a tre di Sarri per dare respiro ad uno tra Hamsik ed Allan; il Napoli nella trattativa si sarebbe assicurato anche delle opzioni future su altri giovani della squadra bergamasca, De Rone, Sportiello e Conti.
Vasco Regini invece arriva con la formula del prestito, 1 milione e mezzo alla Sampdoria con il diritto di riscatto fissato a 2 e mezzo. 25 anni, terzino sinistro che con proprio con Sarri all’Empoli ha giocato anche come difensore centrale ed è per questo che è stato scelto come principale alternativa dopo l’arenarsi della trattativa per Barba.
I due si vanno ad aggiungere ad Eddy Gnahorè, difensore ivoriano di passaporto francese che il Napoli ha preso dalla Carrarese per 150.000 euro più un bonus di 100.000, girato al Carpi in prestito biennale.
Queste le trattative andate in porto, ma la squadra di De Laurentiis già lavora per giugno, tenendo ancora aperte le piste che portano a Davy Klaassen, centrocampista 22enne  capitano dell’Ajax; Artur Ionita, 25 anni del Verona, sempre per la mediana e Filip Raicevic, classe ’93, punta montenegrina del Vicenza.
Per quanto riguarda invece le altre big del nostro campionato, le più attive in questa finestra di mercato sono state senz’altro la Fiorentina e la Roma: i viola hanno ceduto al Levante un simbolo come Giuseppe Rossi, riportando in toscana l’ex Lazio Mauro Zaraze e prendendo Benalouane dal Leicester ed il canterano del Barcellona Tello; i giallorossi invece hanno ceduto Iturbe e Gervinho, volati rispettivamente in Inghilterra e in Cina, e li hanno rimpiazzati con El Shaarawy, Diego Perotti e Iago Falque, prendendo inoltre l’ex doria Zukanovic per la difesa. Sempre dalla squadra di Ferrero s’è mosso Eder, unico colpo dell’Inter, pagato con la cessione di Guarin in Cina; mentre tutto tace sulla sponda rossonera di Milano. Stesso dicasi per la Lazio, mentre la Juventus ha lavorato sulla linea verde, assicurandosi il futuro di grandi talenti come Mandragora, Sensi ed il capocannoniere della serie B Gianluca Lapadula.

Inside Articles Bottom
To Top