Scuola di Giornalismo Sportivo

Corso di giornalismo sportivo. Terza vittoria europea per il Napoli di Sarri

3a4767dc6ae1fa5fef6690fb2ff97f11

I partecipanti al corso diretto da Paolo Del Genio hanno analizzato la vittoria degli azzurri in Danimarca.
Francesco Nataliano

Napoli, ancora un successo in europa

Gli azzurri di Sarri non si fermano nemmeno in europa league, contro i danesi del Midtjlland uno schiacciante 1-4, i partenopei sono a quota 9 punti nel girone mettendo un tassello importante per la qualificazione al turno successivo. In gol in Danimarca Callejon, Gabbiadini con una doppietta e Higuain.

Tommaso Allocca

Napoli, continua il momento d’oro anche in Europa

La terza vittoria consecutiva in Europa League del Napoli, ottenuta in Danimarca contro il Midtjlland suggella un momento fantastico della squadra partenopea.
Molti addetti ai lavori non si nascondono e la inseriscono ormai tra le favorite per la vittoria finale sia in Europa che in Italia. Oltre allo spirito gioioso con cui i giocatori vanno in campo, oltre alla grinta e l’attaccamento che dimostrano sono i numeri a corroborare tutti questi discorsi di vertice.
In una speciale classifica dei punti totalizzati dall’inizio della stagione il Napoli è al primo posto facendo la media tra i punti conquistati in campionato ed in Europa, 24 in 11 partite. La media punti si attesta a 2,18, meglio di Inter (a 2,12, ndr), Lazio (a 2, ndr) e di tutte le altre squadre italiane.
Momento degli azzurri molto positivo, mai era accaduto in passato di vincere tutte e tre le prime partite di una fase a gironi di una coppa europea. Altro dato vede i ragazzi di Sarri al primo posto nella graduatoria di reti segnate, ben 11 in Europe League. In Italia è il secondo con 18 centri, avanti c’è la Roma a 20.
Anche la difesa sembra essere registrata ed ormai avvezza ai movimenti che l’allenatore richiede: solo due reti prese nelle ultime 5 gare sono una netta inversione rispetto alle passate annate ed all’inizio di questa stagione. Grande momento psico-fisico del Napoli che ha mandato in goal sinora per 23 occasioni i propri attaccanti: 8 volte Higuain, 6 Insigne, 3 Callejon, Mertens e Gabbiadini.
Emblematico di una delineata idea di gioco e di compattezza di squadra il fatto che soprattutto quest’ultimo , impiegato a corrente alternata stia rispondendo coi fatti e con le parole. Dopo l’ottima doppietta in terra danese si è così espresso :” Sono contento, i goal ci hanno consentito di avviare il successo.
Quando gioco do sempre il massimo, non faccio caso alle chiacchiere, non leggo i giornali né le dichiarazioni di nessuno”. Il Napoli e i suoi tifosi potranno dormire sonni tranquilli se anche le presunte riserve manterranno questa lucidità e concentrazione per tutto l’arco della stagione.

Luca Salvadori

Napoli: 4-1 al Midtjylland e testa del girone

Il Napoli vola in Europa League, a punteggio pieno nel gruppo D.
La squadra di Sarri ha battuto per 4-1 i danesi del Midtjylland ma di fatto la partita dura solo un tempo, visto che gli azzurri chiudono i primi 45 minuti sul 3-1.
Nella ripresa Hamsik e compagni si limitano a gestire il vantaggio e tanto basta per portare a casa il risultato. Sarri fa il turnover e scende in campo senza sei titolari (Hysaj, Albiol, Jorginho, Hamsik, Higuain ed Insigne) ma già dopo 19 minuti il napoli va in vantaggio con Callejon con un gol in acrobazia.
Poi sale in cattedra Gabbiadini con una doppietta che lo rilancia anche come vice Higuain nel ruolo di centravanti. In meno di dieci minuti, al 31′ e al 40′, Gabbiadini mette il suo timbro alla gara: prima fa gol in spaccata da centro area e nove minuti dopo con un gran sinistro all’incrocio dal limite.
Il Midtjylland accorcia le distanze al 43′ con Pusic, poi è ancora il Napoli a sfiorare il poker con una traversa colpita da Callejon. Nella ripresa i danesi si danno da fare per riaprire la partita ma nella prima mezz’ora non sono mai pericolosi prima del 32′ con una conclusione di Royer respinta sulla linea da Koulibaly.
Per il resto il Napoli domina e controlla e in pieno recupero, arriva anche il gol del 4-1 con Higuain, subentrato al 18′ della ripresa a Callejon, con un diagonale su assist di El Kaddouri.

Marco Salvadori

Midtjylland-Napoli 1-4: le dichiarazioni di Gabbiadini e Sarri

Il Napoli continua ad entusiasmare.
La formazione di Sarri, con l’ennesima prestazione sontuosa, asfalta anche la squadra del Midtjylland. Ai microfoni di Sky, nel dopo gara ha parlato Manolo Gabbiadini, protagonista della gara con una doppietta:
“Ho dato tutto quello che avevo, il campo era davvero pesante e da un po’ non giocavo una partita intera, quindi ho faticato leggermente in alcuni momenti. Ma credo di aver disputato una buona partita. Attendo il mio momento con serenità”.
E sul suo presunto malumore per lo scarso minutaggio, risponde: “Dovevo dare un segnale? Ma io non sento quello che dicono i giornali. Io penso solo a lavorare. L’ho sempre fatto e continuerò a farlo”.
Maurizio Sarri invece nella consueta conferenza post partita in sala stampa dell’ MCH Arena è sembrato soddisfatto a metà: “Fino a quando la gara è stata in equilibrio abbiamo fatto bene. Loro erano pericolosi sui piazzati dove hanno grande fisicità.
Abbiamo gestito la gara dopo un inizio difficile e siamo riusciti a venire fuori. Siamo stati bravi a segnare e non solo. Dopo lo 0-3 abbiamo fatto errori di superficialità. Questi sono campi pericolosi con campo veloce che potevano crearci pericoli. Nella ripresa abbiamo fatto troppo gestione del pallone. Ghoulam in fase difensiva può ancora migliorare tanto. Sono contento per quello che ha fatto nell’ultimo mese.
Lo stesso vale per El Kaddouri. Si può fare affidamento su di lui. Ho fatto giocare Reina perchè per personalità poteva risolverci tante situazioni difficili. Gabbiadini? Sono felice per lui. Non può essere confinato al ruolo di vice Higuain perchè è importante.
Sono sicuro che fino a giugno sarà determinante. Vedevo Manolo pronto anche nelle precedenti gare. Spero di potergli ritagliare più spazio. Quella di stasera era una gara difficile perchè abbiamo speso molto mentalmente contro la Fiorentina. Di solito quando spendi tanto paghi. Da questo punto di vista la squadra ha fatto bene, ma bisogna continuare così. Questo è un gruppo che ha ancora grandi potenzialità”. Sulla prossima gara:
“Il Chievo è una squadra difficile da affrontare, da quando è arrivato Maran sono cresciuti in maniera esponenziale. In questo momento è la gara più difficile che potessimo affrontare. Spero che i giocatori lo capiscano e che questo messaggio passi perchè per noi può essere un bivio importante”.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top