Notizie

De Laurentiis mette Benitez al centro del progetto Napoli: “E’ un vincente, non ha bisogno di esami. Mi fido solo di lui e continueremo su questa strada”

8d25a0f56e6ec399eed436947a6c3bae

“Questo Napoli è più forte di quello della scorsa stagione, il gruppo è cresciuto come gioco ed esperienza ed è guidato da un grande allenatore. Possiamo vincere, dobbiamo essere uniti tutti, squadra, Società e tifosi”. Unione: questo chiede Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli. In questi giorni, se non mesi, è al centro di varie critiche per quanto riguarda il calciomercato. La piazza azzurra si aspettava non tanti colpi ma almeno uno che desse la qualità giusta ad un gruppo già consolidato.
In più parla di Rafa Benitez dichiarando che si fida solo di lui e che il progetto della società continuerà anche sotto la guida dello spagnolo.
Queste dichiarazioni spazzano via le voci che vorrebbero i due in contrasto.

Il presidente azzurro è intervenuto a Radio Kiss Kiss non stila solo un bilancio di fine mercato, ma traccia anche una obiettiva analisi sulle prospettive e le ambizioni azzurre:

“Ho sentito dire molte cose in questi giorni, ma ciò che voglio esprimere io è la totale fiducia in questa squadra. Nel calcio bisogna avere equilibrio, non esiste una formula matematica per vincere, anzi spesso per strafare si rischia di rovinare tutto. Sarà il campo a parlare perchè i conti si fanno alla fine. Il Napoli è una grande realtà e credo che questa squadra sia più forte di quella dello scorso anno. Dobbiamo essere coscienti di avere un gruppo molto competitivo, con grandi professionisti, con tanti nazionali e con nuovi innesti che sono certo saranno all’altezza. Oltretutto l’anno scorso abbiamo avuto vari infortuni che non ci hanno permesso di ottimizzare la squadra. Uno su tutti Zuniga che adesso è rientrato ed ha anche fatto l’assist a De Guzman a Genova. E poi per il secondo anno abbiamo la guida di un grande tecnico quale è Rafa Benitez, un allenatore vincente che non ha bisogno di esami e che sa perfettamente cosa serve per vincere”.

“Io non posso fare ragionamenti di Club che hanno altissimi fatturati e che tra l’altro non portano neppure alla certezza di successi. Noi dobbiamo stare con i piedi per terra e costruire con oculatezza e capacità. Se dovessi ascoltare tutte le opinioni non riuscirei a produrre nulla di concreto. Io ascolto solo Rafa Benitez, mi affido alla sua esperienza ed alla sua grande capacità. Insieme a lui abbiamo cominciato e proseguiremo un progetto importante”

Amarezza Champions: “Sicuramente per me l’eliminazione dalla Champions è stata come una ferita che tra l’altro ci è costata anche oltre 30 milioni, che vengono a mancare col bilancio del Club. Ma dobbiamo anche sottostare alle volontà del fato. Altre squadra hanno preso nel sorteggio Club di basso valore, mentre noi abbiamo incontrato un avversario di altissimo spessore sia calcistico che sociale. Una squadra dal forte sentimento basco con giocatori tutti provenienti dalla stessa zona e che hanno giocato la partita della vita. Ma adesso dobbiamo guardare avanti e progettare il futuro con fiducia perchè siamo l’unico Club italiano ad essere in Europa da 5 anni consecutivi”.

Sul mercato: “L’anno scorso abbiamo ricavato 64 milioni dalla vendita di Cavani e ne abbiamo investiti oltre 110. Quest’anno il monte ingaggi del Napoli si è raddoppiato. Sotto questo profilo non credo ci si possa lamentare sulla crescita del nostro Club. Bisogna stare attenti ai bilanci perchè oggi la Società sono delle Spa e se un Club non rispetta le regole del fair play e chiude in passivo rischia pesanti multe ed anche il fallimento. Ed il nostro principale obiettivo è quello di tenere e proiettare sempre più il Napoli nel grande calcio senza avere problemi economici come è accaduto in passato in questa città”.

“Lo scudetto che tutti vogliamo prima o poi arriverà, ma dobbiamo saper costruire con serenità e solidità senza essere umorali. Io credo che possiamo fare molto bene. Quest’anno è molto delicato, può essere pieno di insidie ma anche pieno di certezze. Viviamo alla giornata e pensiamo gara dopo gara”.

Sull’esordio vincente a Marassi: “A Genova è stata una partita ad alto dinamismo. Loro la stavano preparando da venti giorni, noi siamo stati capaci di resistere fino alla fine al ritmo elevato imposto dai nostri avversari nonostante non siamo ancora al top della condizione. Abbiamo vinto soffrendo e questo è un ottimo segnale. La squadra non è ancora a punto, ma presto saremo al top. Adesso avremo due settimane per allenarci e riprenderemo con il Chievo in casa. Spero che i tifosi ci stiano al fianco e siano sempre il nostro dodicesimo uomo in campo perché l’obiettivo è cercare di ottenere un filotto di successi che possa lanciarci in campionato”.

Infine il Presidente si rivolge proprio ai sostenitori azzurri: “Cerchiamo di essere tutti uniti, di creare quel clima di positività nell’ambiente e di continuare a costruire insieme a voi una grande stagione. Cari tifosi vi dico: fidatevi, fidatevi, fidatevi, perché io mi fido di voi”.

Fonte: sscnapoli.it

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top