Notizie

Del Genio: “Il Napoli deve abituarsi al pensiero di vincere sempre. Su Kalinic, le rotazioni di Sarri e la sfortuna…”

8a1d2a60d2666a591fdc7360e4409bae

Il direttore di 100x100napoli.it ha espresso le proprie opinioni in vista di Fiorentina-Napoli. Paolo Del genio, giornalista di Canale Otto e direttore di 100x100napoli.it, ha parlato a radio Kiss Kiss Napoli. Ecco le sue dichiarazioni: “C’è una leggera pioggerella ma non dovrebbe influire sul gioco, spero e credo di no. Dobbiamo abituarci, se vogliamo negli anni giocare sempre al vertice, a pensare ad ogni partita come ad una da vincere senza pensare al risultato della diretta concorrente. Sono stato il primo a sperare che la Juve non vincesse ma per una questione numerica, non perché penso possa condizionare la partita del Napoli. Non è detto che per il Napoli sia un problema il gioco di Sousa, il Napoli è capace di giocare sull’avversaria anche se capita che spesso si lasci fare la partita al Napoli. Mi sorprese che all’andata decisero di pressare dal primo minuto alto e potrebbero farlo anche questa volta ma non so se avranno le energie per farlo stavolta. Pare si adatteranno al Napoli schierando quattro difensori, due mediani e tre trequartisti alle spalle dell’unica punta. Direi che è in piedi la sfida Kalinic-Higuain perché, al di là dei gol, sono due calciatori molto utili alla squadra seppur con caratteristiche diverse. Partecipano entrambi alla manovra e sono fondamentali per le loro squadre. Tra l’altro si deve dire che Kalinic sembra piaccia moltissimo al Napoli. Bernardeschi gioca largo a destra nel 4-2-3-1 solitamente ma ora con l’arrivo di Tello è tornato nella posizione di trequartista oppure a sinistra se dovesse giocare Borja Valero alle spalle di Kalinic. Tutti pensavano a Bernardeschi come un ottimo prospetto tecnico ma pochi si aspettavano che riuscisse a giocare su tutta la fascia nelle due fasi invece ha avuto una crescita che ne fa un grande giovane del calcio italiano.

Non è stato bello giocare bene senza ottenere i risultati ma credo che nella testa dei giocatori sia arrivato da tanto il messaggio che non ci siano alternative a giocare bene per il Napoli. Non possiamo fare come la Juve o l’Inter del girone d’andata. Non è una condanna questa ma una caratteristica nel dna della squadra. Finché c’è questo allenatore e questi giocatori è così. Si può fare sempre la grande prestazione, dal punto di vista fisico non è un problema mentre bisogna abituarcisi da quello mentale soprattutto in questo momento. Napoli Higuain-dipendente? Tutte le squadre dipendono da calciatori così forti, quando è in forma segna sempre ed è naturale dipenderne. Il Napoli è stato sfortunato perché due o tre episodi sono valutabili tecnicamente, mentre una catena deve per forza essere determinata dalla sfortuna. Higuain sta tirando in porta ma come si vede a Roma tirò male e la palla entrò contro la Lazio mentre col Milan ha calciato molto bene ma una deviazione l’ha mandata fuori, così come fatto con la Juve. L’anno scorso nelle prime otto giornate non riusciva a segnare ed era un dato del tutto anomalo guardando la sua carriera. Io direi di non allarmarsi proprio dato che non ha segnato per due partite in A e contro il Villarreal.

Penso che stasera ci saranno i soliti undici ma non sarà sempre così perché non è giusto che passi il messaggio che gli altri erano riserve e venivano impiegati in Europa League perché si teneva meno a quella competizione. Gli altri hanno pari dignità della solita formazione ma Strinic, Lopez, Chiriches e Mertens sono, almeno loro, coinvolgibili in una rotazione partita dopo partita. Per gli altri si vedrà poi, sperando trovino spazio anche loro. Quei quattro per me giocheranno a volte anche senza infortuni e squalifiche altrui. Credo che Gabbiadini possa giocare largo a destra, ma come caratteristiche è opposto rispetto a Robben. Gabbiadini può farlo ma con un movimento diverso e altre caratteristiche. Per quanto riguarda gli equilibri è un discorso molto complicato perché si vanno a perdere con l’inserimento di Gabbiadini al posto di Callejon in fase difensiva. Bisognerà vedere quali siano le partite in cui ci si può permettere di perdere qualcosa in fase difensiva e credo che ce ne siano molte in cui si potrà fare, ovviamente non stasera.”

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top