Notizie

Due + Due? Quatre

Giorni di calciomercato. Giorni caldi. In queste ore di nomi se ne stanno facendo tanti, si raccolgono notizie provenienti da più parti del mondo,

ci si traveste da detective o da agente segreto per cercare di intercettare la telefonata che ne svela il nome, si verificano voci, spifferi, indiscrezioni. Ma il mercato, soprattutto per chi cerca di inseguirlo, scrutarlo, scandagliarlo, comprenderlo, è ricco di insidie, trappole, fraintendimenti, simulazioni, bluff. Tra le tante, difficile giungere alla notizia, quella vera. Ma la matematica non è mai stata un’opinione, due più due ha sempre fatto quattro. Se dunque il primo “due” è composto da un Napoli che sta crescendo, da un Napoli che nonostante la crescita esponenziale degli ultimi anni fattura ancora la metà di squadre come Milan e Juventus e l’altro “due” è composto dalle parole rilasciate oggi da Rafa Benitez in conferenza stampa, ebbene, è semplicissimo capire da cosa sia composto il “quattro”: Il Napoli in questo momento storico non acquisterà campioni di tecnica, blasone, storia e soprattutto ingaggio quali Mascherano, Mata o David Luiz. Per avere conferma di ciò, basta vedere che Il Napoli targato Aurelio De laurentiis è sempre cresciuto, anno dopo anno, lentamente, un passo per volta in avanti, mai uno indietro.

Nella stagione 2007/2008 il calciatore più pagato raggiungeva un ingaggio di 1 milione di euro. Ci son voluti ben sette anni per veder percepire al calciatore più pagato 5,5 milioni di euro. Lo stesso tetto ingaggi è passato dalla stagione scorsa a quella attuale da 55 a ben 70  milioni di euro.

Ad oggi, la leadership economica appartiene a Gonzalo Higuain con 5,5 milioni di euro. A seguire il colombiano Camillo Zuniga fresco fresco di rinnovo con i suoi 3.4 milioni, Marek Hamsik con un ingaggio di 3 Milioni di euro, Josè Maria Callejon con 2,6 milioni, Pepe Reina con 2,4 milioni, Goran Pandev con 2,3 milioni, Albiol con 2,1 milioni di euro e a seguire tutti gli altri.

Pronosticabile l’innesto, tra l’altro nel mercato di gennaio che risulta essere notoriamente più complesso, di gente come Mata (che percepisce 3 milioni di euro) o addirittura  Mascherano (che ne percepisce 6)? Decisamente no. La crescita del Calcio Napoli non è ancora terminata e soltanto quando essa sarà conclusa si potrà puntare a calciatori di livello assoluto come quelli citati. Attendiamoci per giugno un altro passo in avanti, aspettiamoci altri innesti che faranno innalzare ancora un pò il livello tecnico della squadra. Attendiamoci ciò. Per il momento, accontentiamoci di ciò che offre il mercato in rapporto alle nostre potenzialità. Tutte le strade, dunque, portano a……Maxime Gonalons.

Inside Articles Bottom
To Top