Notizie

Esclusione di Jorginho dall’Europa League obbligata. Ecco perché

d23446b4fdb622d8cf41e2f7fcb5601e

Il 20 febbraio il Napoli sarà impegnato con la prima gara di andata dei sedicesimi di finale di Europa League, e oggi la SSC Napoli ha presentato la lista completa dei 24 giocatori convocati. In poco tempo si è scatenato un sano mal contento da parte dei tifosi azzurri per l’esclusione del nuovo acquisto, Jorginho
Il giocatore ha grandi qualità e in molti non si spiegano il perché di questa scelta da parte di Rafa Benitez, ma il motivo c’è ed è semplice. 
Benitez spiegherà il lato tecnico, noi spiegheremo dal punto di vista del regolamento.

La normativa da rispettare: in ogni squadra non vi devono essere inseriti più di 25 giocatori, di cui 17 “liberi” e 8 “locally trained”, ovvero giocatori che fra i 15 ed i 21 anni siano stati tesserati per almeno 3 stagioni anche non continuative per lo stesso club (club-trained) o per qualsiasi altro club della medesima federazione (association-trained). Fra gli 8 locally trained, non più di 4 possono essere association-trained; se un club non riuscisse a rispettare detti limiti, la lista A è decurtata di conseguenza. 
Dunque, il Napoli poteva effettuare solo tre cambi rispetto alla lista presentata in Champions League, senza escludere i due giovani della Primavera che insieme a Insigne, rappresentano per regolamento i 3 elementi che devono provenire dal vivaio, per cui sono stati inseriti, viste le cessioni e gli infortuni: Réveillère al posto di Mesto, Henrique al posto di Cannavaro e Ghoulam al posto di Armero.

Rafa Benitez darà una spiegazione sia stasera durante la trasmissione “In Casa Napoli”, dove sarà ospite, sia domani in conferenza stampa.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top