Notizie

[Esclusiva] Massimiliano Varricchio: “A Bergamo sfida cruciale per il Napoli. Higuain? Troppe critiche per nulla”

“I calciatori azzurri non possono essere considerati come seconde linee. Mercato? Servono difensori per completare la squadra”.

Massimiliano Varricchio, ex attaccante del Napoli, ha parlato in esclusiva a 100×100 Napoli analizzando scrupolosamente il momento della squadra partenopea. Varricchio aveva vestito la maglia del Napoli nella stagione 2004/05 totalizzando 17 presenze e segnando 4 gol in Serie C. Dopo l’esperienza al Napoli diventa un calciatore fondamentale per altri progetti come quello dello Spezia con il quale gioca due anni dal 2005 al 2007 totalizzando 48 presenze e siglando 20 gol, oltre che vincendo il Campionato di Serie C ed una Super Coppa di Lega, ed al Padova dal 2007 al 2011 dove in 50 presenze segnò 27 reti. Miglio stagione in carriera quella alla Spal, in Lega Pro, nel 2013-14 dove conquistò il titolo di Capocannoniere di Lega Pro seconda divisione segnando 20 gol e di cui è attualmente allenatore.

“In questo Napoli è difficile parlare di seconde linee – esordisce Varricchio -. Sia la squadra vista in Coppa Italia con il Verona che contro il Legia in campionato è una squadra competitiva, e soprattutto ha messo in grande risalto le prestazioni di Chiriches e Valdifiori. Entrambi sono due validissime alternative. In particolare il centrocampista adesso è pronto per riprendere le chiavi del centrocampo, rispetto all’inizio Jorginho è molto calato nell’ultimo periodo ed è importante quindi avere un Valdifiori che lo possa sostituire”.

I ragionamenti portano l’ex attaccante a commentare l’imminente apertura del Calciomercato: “Sul mercato il Napoli probabilmente deve rafforzare la difesa – aggiunge -. Questo perché avere soltanto un centrale di riserva non è abbastanza, così si costringe Koulibaly a fare gli straordinari com’è successo in Europa League. Quando si costruisce una squadra ad inizio anno si pensa sempre alla migliore delle ipotesi, cioè che tutti stiano bene ed in forma ma purtroppo gli imprevisti che possono capitare sono moltissimi. La possibilità di scegliere è fondamentale, ed in questo senso Sarri ha molta più scelta in avanti che nel reparto difensivo. Sull’attacco del Napoli nulla da dire se non che è composto da grandissimi calciatori. Higuain? Critiche di questo periodo sono state veramente ingenerose. E’ un calciatore straordinario ed alcuni hanno già parlato di nervosismo, ma lui è un grande giocatore. Si innervosisce quando non trova il gol perché è sanguigno in campo, lo capisco perché anche io avevo questo carattere”.

Passando a tematiche più generiche la lotta per lo scudetto vede coinvolte diverse squadre, tra cui lo stesso Napoli: “Sembra che manchi sempre quel qualcosina per stare a livello delle altre – dice Varricchio -. E’ una cosa strana, perché dopo un periodo molto positivo ha rischiato il pareggio contro l’Inter, ha perso a Bologna e pareggiato contro la Roma. Questo rende la sfida con l’Atalanta delicatissima, ed è importante cercare i tre punti per non mancare più altre occasioni. Il ritorno della Juventus e la marcia spedita dell’Inter impongono agli azzurri di non poter più sbagliare. Questione stadio San Paolo? Non ne so molto ma credo che ci si debba accordare per il bene dei tifosi. Meritano uno stadio di primissimo livello sul modello di quello della Juventus e delle squadre straniere”.

 

 

® Riproduzione riservata. Ne è consentito un uso parziale previa citazione corretta della fonte.

Sponsor 3

Ultimi Articoli

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttore Responsabile: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013
Registrazione al tribunale n. 3751
Email: 100x100napoli@gmail.com

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top