Notizie

[Esclusiva] Parla Luis Vinicio: “Lusingato dalle parole di Sarri. Insigne? E’ un fuoriclasse, ha il calcio dentro”

272e2b773a5b8150a49ee66a26189a3d

L’ex calciatore ed allenatore del Napoli parla in esclusiva a 100x100Napoli.

Luis Vinicio è uno che di calcio se ne intende. Ex-calciatore ed ex-allenatore brasiliano del Napoli, classe 1932, attaccante di razza che militò tra le fila azzurre per ben 5 anni tra il 1955 ed il 1960, totalizzando 152 presenze e segnando 69. Dopo l’ultima esperienza nel Vicenza iniziò una fiorente carriera da allenatore che lo riportò a Napoli per altri 5 anni: dal ’73 al 76 e dal ’78 al ’80, esperienze intervallate da due anni come guida tecnica della Lazio. 

“Non posso che ringraziare Sarri per le belle parole usate in conferenza stampa – ammette in esclusiva a 100x100Napoli  -. Ha speso belle parole per me e per il mio napoli e di questo non posso che ringraziarlo. Gli auguro che la sua esperienza qui a Napoli sia duratura e ricca di successi. Per ora abbiamo visto veramente troppe poche partite per giudicare appieno la marcia della squadra. E’ chiaro che il gruppo ha bisogno di tempo per abituarsi ai suoi metodi di lavoro, miglioramenti però se ne sono visti”.

Mister Vinicio è attendista, vuole aspettare e vedere cose buone da questo Napoli: “Bisogna aspettare ancora per poter parlare – commenta -. I giornalisti vogliono risposte che adesso nessuno è in grado di dare, e spesso azzardano giudizi. L’unica cosa che si può fare è attendere perché il campionato è appena cominciato e sarebbe assurdo giudicare da queste poche partite. Contro la Lazio ed il Brugge il Napoli ha battuto un record, che io sappia non è mai successo che segnasse dieci gol in due partite. Nemmeno questo è però attendibile al cento per cento, bisogno solo augurarsi che continui così”.

E’ un Vinicio attento, però, alla qualità dei giocatori singoli del Napoli ed in particolare la sua attenzione si posa sull’uomo del momento, cioè Lorenzo Insigne: “Lorenzo lo seguivo già da quando era più piccolo, ed ho sempre detto che fosse un fuoriclasse. Ha il calcio dentro, si vede subito. Ogni volta che prende il pallone riesce a fare la cosa giusta ed è capace di fare tutto, dal trequartista all’ala fino all’attaccante puro. E’ l’arma in più del Napoli. Koulibaly? Un calciatore dalle ottime prospettive, Sarri lo conosce meglio di me. Sta migliorando tantissimo ed è pronto per esprimersi a livelli altissimi”.

Poche parole, anche se non significative, le esprime anche sulla trasferta contro il Carpi: “Dopo la partita ti dirò com’è andata – dice ironicamente Vinicio-. E’ lo stesso discorso fatto per Sarri, è impossibile prevedere cosa accadrà. Soltanto Sarri può decidere chi andrà in campo ed il modulo che userà. L’unica certezza è che il Napoli deve credere in questo allenatore perché è uno che capisce di calcio”.

® Riproduzione riservata

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top