Notizie

Europa League, domani Napoli in campo. Il programma completo

Nei sedicesimi di finale della seconda competizione continentale, gli azzurri affronteranno il Trabzonspor. Benitez punta al record di Trapattoni

Dopo la Champions League, domani ritornano anche le partite dell’Europa League. Tanti gli incontri in programma che promettono spettacolo e forti emozioni. Le squadre di diciassette nazionalità diverse, proveranno a conquistare la finale che si giocherà a Varsavia (Polonia) il prossimo 27 maggio.  

Ecco il tabellone completo delle partite di andata:

ore 19:00

Young Boys (Svizzera) – Everton (Inghilterra)

Torino (Italia) – Athletic Bilbao (Spagna)

Wolfsburg (Germania) – Sporting Lisbona (Portogallo)

Dnipro (Ucraina) – Olympiacos Pireo (Grecia)

Roma (Italia) – Feyenoord (Olanda)

PSV Eindhoven (Olanda) – Zenit San Pietroburgo (Russia)

Aalborg (Danimarca) – Bruges (Belgio)

Trabzonspor (Turchia) – NAPOLI (ITALIA)

Ore 21:05

Anderlecht (Belgio) – Dinamo Mosca (Russia)

Liverpool (Inghilterra) – Besiktas (Turchia)

Tottenham (Inghilterra) – Fiorentina (Italia)

Celtic Glasgow (Scozia) – Inter (Italia)

Guingamp (Francia) – Dinamo Kiev (Ucraina)

Villarreal (Spagna) – Salisburgo (Austria)

Ajax (Olanda) – Legia Varsavia (Polonia)

Siviglia (Spagna) – Borussia Moenchengladbach (Germania).

I match di ritorno si giocheranno a campi e orari invertiti, giovedì 26 febbraio.

Sono ben sette i club che hanno vinto il rispettivo campionato la scorsa stagione:

Aalborg (Danimarca), Ajax (Olanda), Anderclecht (Belgio), Celtic (Scozia), Olympiacos Pireo (Grecia), Legia Varsavia (Polonia) e Salisburgo (Austria).

Dodici invece le formazioni che hanno vinto almeno una volta questa competizione, o con la denominazione attuale oppure quando era chiamata Coppa delle Fiere o Coppa Uefa:

i campioni in carica del Siviglia, le italiane Roma, Inter e Napoli, Liverpool, Tottenham, Feyenoord, Ajax, PSV Eindhoven, Borussia Moenchengladbach, Anderlecht, Zenit San Pietroburgo,

Per la prima volta sono cinque le formazioni italiane che proveranno a riportare il trofeo in Italia, dopo l’ultima vittoria del Parma nel lontano maggio 1999: Napoli, Fiorentina, Inter, Roma e Torino.

Sono tre gli allenatori che già hanno vinto almeno una volta questa competizione: Villas Boas dello Zenit San Pietroburgo (Porto 2011), Unai Emery del Siviglia (Siviglia 2014) e Rafa Benitez del Napoli.

Proprio il tecnico spagnolo, dopo Giovanni Trapattoni, potrebbe essere il secondo allenatore a vincere per la terza volta l’Europa League. Infatti lo spagnolo ha già portato al successo finale il Valencia nel 2004 e il Chelsea nel 2013.

Sedici anni di assenza dall’albo d’oro di una competizione, sono un’eternità per un movimento calcistico importante come quello italiano. Quest’anno potrebbe essere l’anno giusto per vedere una squadra italiana tornare a trionfare nell’Europa League. La speranza è che le braccia che alzeranno la coppa verso il cielo di Varsavia, indossino una maglia azzurra, come quella che indossava Maradona nel lontano 1989. 

di Mauro Guerrera

  

Inside Articles Bottom

I più popolari

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttore Responsabile: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013
Registrazione al tribunale n. 3751
Email: 100x100napoli@gmail.com

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top