Primo Piano

Florenzi-Insigne, sfida tra gioielli del vivaio

Il match tra Roma e Napoli di sabato sera sarà caratterizzato da alcune “sfide nella sfida”.

Una di queste è, sicuramente, quella tra Alessandro Florenzi e Lorenzo Insigne. I due saranno avversari e, probabilmente, saranno numerosi i loro duelli in campo (visti i continui ripiegamenti difensivi di entrambi). Avversari sabato, ma legati da una grande amicizia nella vita, consolidatasi grazie alla trafila nelle selezioni giovanili fino all’approdo in Nazionale maggiore.

Ma oltre all’essere grandi amici, i due hanno anche parecchi punti in comune. Innanzitutto, l’anno di nascita (1991) e il fatto di essere, entrambi, prodotti dei vivai delle rispettive squadre: Florenzi approda in giallorosso nel 2002, a soli 11 anni, e nel 2011 esordisce in prima squadra, in un Roma-Sampdoria (3-1) nel quale subentra a Francesco Totti (in quella stessa stagione vince il Campionato Primavera); Insigne, invece, viene preso dal Napoli nel 2006 e il suo esordio avviene a Livorno nel 2010 (2-0 per gli azzurri).

La stagione 2011-2012 è quella che li fa conoscere al grande pubblico: Florenzi viene mandato a farsi le ossa a Crotone, mentre Insigne è uno dei protagonisti della promozione in Serie A del Pescara di Zeman. Il talento di Frattamaggiore segna 18 gol, servendo 14 assist, che tuttavia non gli bastano a vincere il titolo di miglior giovane del campionato di Serie B. Il premio, infatti, se lo aggiudica proprio Florenzi.

I due, poi, sono stati allievi di Zeman: Insigne, oltre a Pescara, ha lavorato con il boemo anche a Foggia; Florenzi, invece, è stato alle sue dipendenze nel 2012-2013, a Roma, stagione nella quale Zeman gli regala l’esordio da titolare in Serie A, addirittura a Milano contro l’Inter (match nel quale va anche in gol).

In comune, hanno anche l’aver segnato un gol bellissimo ad una delle due grandi di Spagna: il primo a farlo è il giallorosso che, nella fase a gironi della Champions League 2015-2016, realizza un gol capolavoro da centrocampo contro il Barcellona allo Stadio Olimpico, che gli vale anche una candidatura per il FIFA Puskas Award (premio per il gol più bello). Insigne, invece, sceglie di punire il Real Madrid al Bernabeu, con una conclusione dalla trequarti, lo scorso febbraio.

I due, purtroppo, sono stati anche vittime di infortuni terribili, entrambi ai legamenti crociati. A Florenzi, addirittura, è successo due volte, allo stesso ginocchio. Ma nell’ultimo turno di campionato ha segnato un gol al Milan a San Siro (stesso stadio dove realizzò la prima rete in Serie A), mettendosi definitivamente alle spalle il terribile incubo. E sabato sfiderà l’amico Insigne: due gioielli del vivaio, destinati a diventare capitani dopo due simboli come De Rossi e Hamsik.

Ecco un simpatico video con protagonisti i due, insieme a Ciro Immobile (fonte FIGC) :

Sponsor 1
Commenta

Devi essere loggato per commentare Login

Rispondi

Ultimi Articoli

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttore Responsabile: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013
Registrazione al tribunale n. 3751
Email: 100x100napoli@gmail.com

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top