Notizie

Focus sui talk show delle emittenti televisive locali del “Monday night”

b17b8b27ad5f3a228d74e27e05b77c65

Ecco una serie di dichiarazioni emerse in alcune tv partenopee, nel corso del consueto lunedì sera di analisi, accesi dibattiti e previsioni sul cammino degli azzurri
Canale 21: Il bello del calcio

Cucci (Il Roma): “Bisognava avere pazienza. Sapevamo tutti che Sarri fosse uno degli allenatori più preparati presenti in circolazione”
Bacconi (staff tecnico Inter): “Il Napoli è stato bravo ad evidenziare le difficoltà della Juve, tra cui quella di non avere più un regista. La squadra di Sarri sabato è stata super unita ed aggressiva in fase passiva. In quella attiva ha fatto un possesso palla veloce, non gettando mai via il pallone”
Di Marzio (allenatore): “La vittoria con i bianconeri vale doppio”
Chiariello (Canale 21): “Il Napoli ha giocato sin qui il miglior calcio del campionato. Sarri? Ha fatto bene a sprovincializzarsi. Obbietivi? Sicuramente la Champions. Finalmente ce l’abbiamo fatta. Dopo 6 anni, non abbiamo un tecnico integralista”
Caputi: (Il messaggero): “Il Napoli contro le piccole non ha personalità e determinazione. Queste sono le caratteristiche che fanno la differenza. Non basta vincere solo contro le big”
Giletti (Rai): “Fossi nei tifosi, non mi esalterei troppo. Hanno vinto molto più per demeriti della Juve che non per meriti propri. Il vero limite degli azzurri è che non hanno un vice Higuain”


Canale 8: Ne parliamo il lunedì

Malfitano (La gazzetta dello sport): “Giusto esaltare le vittorie con Lazio e Juventus ma la partenza ad handicap potrà pesare”
Corbo (La Repubblica): “Higuain ha dimostrato di essere uomo. Ora si sta sacrificando per la squadra”
Somma (allenatore): “Sabato si è rivisto il gruppo. L’intelligenza di Sarri è stata quella di aver avuto equilibrio sia dentro che fuori del campo. Errore gravissimo di Ghoulam sul gol della Juventus. Hysaj meglio dell’algerino. Scudetto? Attenti alla Fiorentina. Paulo Sousa è uno dei più grandi allenatori del futuro. Bisogna dare fiducia anche quando ritorneranno le difficoltà”
Del Genio (Canale 8 e direttore di 100x100napoli): “La chiave del miglioramento della fase passiva del Napoli è in Higuain. E’ il primo ad attaccare il portatore di palla avversaria. Sarri è una persona estremamente schietta. Non deve essere frainteso dal punto di vista della comunicazione. Hamsik gioca meglio con Jorginho che non con Valdifiori. Se il Napoli a gennaio dovesse navigare in zone alte di classifica, De Laurentiis avrà l’obbligo ed il dovere di intervenire per puntare allo scudetto. Careca o Higuain? Quando hai Maradona al tuo fianco sei quasi ingiudicabile. Di testa il brasiliano era sicuramente più forte. Tecnicamente preferisco il Pipita. Il gol della Juventus è frutto di un eccessivo entusiasmo degli azzurri”
Pedullà (Sportitalia): “A Sarri rimprovero una sola cosa. Avrebbe dovuto coccolare di più Valdifiori e invece l’ha “scaricato”. L’ex Empoli ha sofferto troppo il passaggio in un grande squadra ed ora sa che dovrà scalare tante posizioni. Il Napoli è stata l’unica squadra che sin qui ha individuato il sistema e gli interpreti giusti. La sfida col Milan arriva nel momento strategicamente migliore per i partenopei per dimostrare quanto veramente valgono”
Giordano (Corriere dello Sport): “Il Napoli ora ha finalmente le idee chiare. Non mi fiderei troppo di questa Juve. Presto potrà riprendersi. Sarri deve rendersi conto che il turn over ora è più che mai indispensabile per evitare infortuni e cali di rendimento”


Canale 9: Tutti in campo

Montervino (ex Napoli): “Questa squadra non può vincere il campionato. Roma, Inter e Fiorentina hanno organici superiori. Il gap però l’ha ridotto”
On. Mastella: “Non credo allo scudetto. Ci sono le condizioni per arrivare in Champions”
De Giovanni (scrittore): “La vittoria con la Juventus ha un mare di significati. Guardiamo al futuro con fiducia”
Iavarone (giornalista): “Se il Napoli trovasse continuità, potrebbe provare a dar fastidio”
Fedele (procuratore sportivo): “La Roma è superiore a tutte le altre. Il Napoli si giocherò il terzo posto con la Fiorentina. Ve lo assicuro, Mihajlovic e Garcia verranno esonerati. Jorginho? E’ stato da otto fino al 70′. Poi da quattro. Non ha saputo gestire il vantaggio e per farlo avrebbe dovuto rallentare il ritmo e gestire con tranquillità il pallone. Sarri? Poteva andare ad allenare il Milan, poi Berlusconi non lo prese per motivi politici. Higuain è una delle migliori punte del mondo ma non è un top player. Si definiscono così quelli da pallone d’oro”
Borriello (Assessore allo Sport del Comune di Napoli): “Ad oggi abbiamo la piena agibilità del San Paolo a 62.000 posti. Questione biglietti? Non riguardava nè i tornelli, nè le telecamere. Uno dei problemi è stato anche quello degli steward, presenti in numero non proporzionale agli spettatori. Un altro è quello delle curve. Ci sono alcuni gruppi organizzati un pò pericolosi. Stadi inadeguati? Non è solo un problema della nostra città ma di gran parte dell’Italia.
Ingegnere Ferlaino: “Se Sarri modifica l’atteggiamento contro le cosiddette piccole, potrà fare grandi cose. Il Napoli sa giocare solo in velocità e su spazi larghi. Dovrebbe sfruttare di più le palle inattive”


Tv Luna: ADL, Alvino dalla luna

Scotto (Il Roma): “I simboli della vittoria con ‘La Vecchia Signora’ sono Insigne e Jorginho. Mercato? Il Napoli avrebbe bisogno di un’altra pedina a centrocampo. Sarri vorrebbe un rinforzo in difesa. Il sogno è sempre Rugani ma la Juve non lo molla”
Scozzafava (Corriere del Mezzogiorno): “Ho fiducia in questo gruppo. Adesso esiste un vero progetto. Higuain è cambiato, ha ritrovato l’umiltà”
Monti (La gazzetta dello sport): “Il Napoli andrà valutato alla lunga. Non ha una rosa ampia in tutti i settori. Questo potrà pesare. La miglior notizia del match con la Juve è che si è rischiato pochissimo. 
Modugno (Sky): “Sarri ha vinto la partita con l’estro dei singoli ma questa squadra presenta ancora qualche difetto. L’allenatore ha un ottimo rapporto con i leader dello spogliatoio”

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top