Notizie

Gabbiadini: “Non mi pento di aver scelto Napoli. Non pensiamo al calendario, dobbiamo dare solo il massimo. Il pipita non si tocca”

517aa1bdf311b99ec77c2ea66fa979c7

Manolo Gabbiadini è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Queste le sue dichiarazioni: “Tanta gavetta, esperienza e poi la Serie A. All’inizio ho giocato poco ma forse non ero pronto. Adesso Napoli, all’inizio nemmeno io ci credevo di partire forte ma poi mi sono ricreduto, grazie anche all’appoggio di tutti”.

Ogni volta grandi applausi per te, un grande amore da parte dei tifosi.
“Forse per la mia semplicità e credo che loro lo apprezzino. Cerco di dare il massimo sempre, a volte sembra di meno ma è solo per stanchezza”.

La Juventus non ha voluto puntare su di te. Cosa ne pensi?
“Le decisione si fanno in due ed io ho preso la mia. Ho deciso di venire a Napoli e non me ne pento”.

4-2-3-1 con Benitez, 4-3-1-2 o il 4-3-2-1 con Sarri.
“Più gioco meglio è perché mi viene più facile fare gol”.

Molti pareri diversi sul tuo ruolo.
“Dipende da come mi sento. Preferisco più vicino alla porta, l’importante è dare sempre il massimo e fare gol”.

Il ritiro sa per finire, qual è il bilancio?
“Buono, abbiamo fatto due partite e si vede il gioco che vuole Sarri. Cerchiamo di dare il massimo tutti”.

Napoli-Udinese, ti sei emozionato al primo gol al San Paolo?
“In quel momento no, forse mi emoziono di più se sono in panchina e segnano altri perché te lo godi di più, in campo sei concentrato su altro”.

Tu e Insigne due talenti giovani.
“Credo che sia la scelta giusta. Si da poca fiducia ai giovani e si pagano tanto i giocatori che nessuno conosce”.

Il Napoli ti orterà in Nazionale?
“Si, ogni domenica sono a disposizione del mister sia per me che per il Napoli e poi anche per Conte”.

Il tuo modello?
“Mi piaceva Milito, cercavo di rubare i suoi pregi”.

Higuain è tornato prima, che rapporto hai con lui?
“E’ una brava persona, in campo è un campione. Su di lui si dice tanto solo perché ha sbagliato un rigore però ha ne segnato tanti decisivi: il Pipita non si tocca, ce lo dobbiamo tenere stretto”.

Tirerai tu i prossimi rigori?
“I prossimi rigori li deve tirare lui, ne ha segnati molti di decisivi tipo contro il Genoa”.

Il calendario è stato sorteggiato, che valutazione dai?
“Non do peso al calendario perché prima o poi le devi incontrare tutte, dobbiamo essere sempre pronti a vincere tutte le gare”.

Pizza o calzoncelli? Che musica ascolti?
“Le lasagne. Non sono appassionato di musica però mi piace sentirle. Prima di scendere in campo non ne ascolto molta”. 

Il tuo rapporto con i social network?
“Non sono uno sfegatato però mi piace usarli”.

Sul traffico di Napoli?
“Sono stato in città più trafficate, mi pace il traffico che c’è a Napoli”.

Un fioretto per lo scudetto?
“Prometto che daremo il massimo come l’anno scorso e di sudare sempre la maglia. Il resto vien da sé”.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top