Notizie

Ghoulam: “Felice per la Supercoppa ma ora penso alla Nazionale. Grazie a Benitez sono maturato”

46af7502a321f98cd3f6851ccb46969b

Il Napoli, per circa un mese, dovrà rinunciare a Faouzi Ghoulam. Il calciatore sarà impegnato con la nazionale algerina nella Coppa d’Africa.
Ghoulam ha rilasciato una lunga intervista alla rivista algerina Le Buteur.

Queste le sue dichiarazioni.

Complimenti per aver vinto la Supercoppa.
“Sono molto felice, è un titolo che si aggiunge alla mia carriera. Adesso però non bisogna pensarci, devo prepararmi per la Nazionale, ho avuto pochi giorni di riposo ma stare con la Nazionale mi farà bene”.

Siete qui da pochi giorni, com’è l’atmosfera?
“Siamo qui da venerdì, a El Hamdulillah, tutto va bene. Abbiamo lavorato sul piano fisico e sono in forma. I pochi giorni di riposo prima di venire qui mi ha permesso anche di ricaricare le pile”.

Come si svolge la preparazione per la CAN?
“Non abbiamo avuto la possibilità di prepararci prima perché molti giocatori sono arrivati dopo, ci siamo allenati con quelli che c’erano”.

Si dice che l’Algeria sia un gruppo forte, è la verità?
“In questo torneo ci sono molte squadre forti e noi penseremo a noi stessi e a fare il nostro gioco. Dobbiamo concentrarci su quello che sappiamo fare senza pensare alle altre squadre. Poi prepareremo partita dopo partita, la prossima gara sarà contro la Tunisia e dobbiamo prepararci al meglio. Anche se è un’amichevole è comunque una gara importante”.

L’Algeria ha fatto una buona Coppa del Mondo, siete i favoriti di questo torneo?
“Dovremmo accettare quest’etichetta e restare concentrati. In Brasile abbiamo disputato un buon mondiale e qui le nostre ambizioni sono forti. Anche la Guinea potrà vincere il torneo. Dovremo dare il massimo”.

Credi che potrete vincere la Coppa d’Africa?
“Vedendo l’attacco che abbiamo credo di si. Francamente, non abbiamo nulla da invidiare ad altre squadre. Data la qualità del nostro gruppo e i giocatori che abbiamo, credo che la nostra nazionale ce la potrà fare”.

Era tra i nominati del Golden Ball Algeria vinto poi da Brahimi. E’ deluso?
“Penso che la cosa migliore sia quello che lo vinca il miglior giocatore, un attaccante. ‘ vero che la stagione di altri giocatori non è stata migliore ma è stato dato ad un giocatore che segna. So che è difficile che lo vinca un difensore come me. Mi congratulo con Yacine per questo trofeo”.

Cosa è cambiato ora che lei gioca nel Napoli? Vuole vincere altri titoli con questo club?
“Oggi affronto gare importanti, lavoro con un allenatore affidabile e di qualità che mi spinge sempre nel dare il meglio. Con Benitez sono maturato”.

E’ un vantaggio per diventare leader della Nazionale?
“E’ ben diversa la vita di un club e quella della Nazionale. La cosa importante è continuare a lavorare e dare il meglio di sé sia in club o della nazionale”.

In futuro, Nabil Fekir, vorrà prendere giocatori nuovi e giovani. Ha qualche consiglio da dargli?
“Sarà una sua scelta. Questo gruppo ha tutte le qualità per crescere”.

Kashi è un nuovo giocatore.
“In Ligue 1 ha dimostrato di essere un buon giocatore. Kashi sarà accolto come un fratello, lui non avrà alcun problema di adattamento”.

Nel 2013 non giocasti la CAN.
“Si, nel 2013, la CAN mi ha creato qualche problema con la mia ex squadra, ora ho un solo desiderio, di giocare e di partecipare alla Coppa d’Africa”.

Il torneo è stato spostato in Guinea Equatoriale, vi crea problemi?
“Certo influenzerà la nostra prestazione. Giocare in Marocco era un po’ come giocare in casa”.

Un’ultima parola o promessa al popolo algerino, prima che CAN 2015?
“La Nazionale darà tutto. Penso che sia il minimo che possiamo fare. Dopo di che, ci sono molte cose non che dipendono da noi come alcuni fattori esterni, cioè quello che si giochi in Africa”.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top