Notizie

[VIDEO] Hamsik, le 400 volte di una bandiera che viene da lontano

3f49978a32dd6fe73310e17c3dcfc747

Contro la Roma il capitano festeggerà le 400 partite in maglia azzurra. “Quanno sponta la luna a Marechiaro…”, così recita l’inizio di una famosissima canzone napoletana dedicata ad uno degli angoli più suggestivi del mondo. Ma nella Napoli calcistica è “spuntato” uno slovacco di nome Marek, per i napoletani diventato subito “Marekiaro”, proprio come la canzone dedicata alla “fenestrella”..  

Nato in Slovacchia a Banska Bystrica  il 27 luglio del 1987, Marek Hamsik ha debuttato nel calcio che conta con la maglia azzurra dello Slavan Bratislava. Con la squadra della capitale slovacca distante 212 km dalla sua città natale, Hamsik gioca sei partite segnando anche un gol. Il Brescia a soli 17 anni lo ha portato in Italia con appena 60.000 euro. Con la maglia azzurra del Brescia fa anche il suo esordio in Serie A nella stagione 2004-2005. 

Non per caso ma per destino la carriera di Hamsik sembra amare solo la maglia azzurra. Non per caso ma per destino azzurra è anche la maglia del Napoli che Pier Paolo Marino gli fa indossare nell’estate del 2007 dopo aver pagato al Brescia  5,5 milioni di euro per l’acquisto del suo cartellino. C’era da rilanciare il Napoli in Serie A, dopo la triste parentesi della Serie C e della Serie B post fallimento. Lui non ha deluso, sposando subito la causa non di una squadra ma di una città e di un popolo, che lo ama come se fosse uno di loro. Ma forse nel frattempo Marek napoletano lo è diventato davvero. 

Dalla calda estate del 2007 caratterizzata dallo scetticismo dei tifosi per l’arrivo dei tre sconosciuti Lavezzi, Gargano (il cognato) e appunto Hamsik, sono passate nove stagioni. In questi nove anni Hamsik ha detto no prima al Milan e poi alla Juventus per giocare con il Napoli 315 partite in Serie A, 26 in Coppa Italia, 2 in Supercoppa Italiana, 56 nelle Coppe Europee. In totale sono 399, più di lui solo Bruscolotti (511) e Antonio Juliano (505), non a caso due capitani napoletani. Hamsik con 56 presenze è il calciatore del Napoli che ha giocato più partite nelle coppe europee. 

Da quella calda estate Hamsik ha segnato 97 gol e ha vinto 2 volte la Coppa Italia (segnando anche un gol nella finale con la Juventus) e una volta la Supercoppa Italiana. Lui però non è ancora contento. Vorrebbe regalare ai napoletani qualcosa di più importante, qualcosa che possa renderlo fiero della fascia da capitano che oramai è parte integrante della sua maglia azzurra. 

Contro la Roma all’Olimpico, squadra e stadio che gli ricordano il primo gol segnato con il Napoli in trasferta nel 4-4 del 20 ottobre del 2007, Hamsik giocherà la sua partita numero 400. Non è un numero qualunque, ma un traguardo prestigioso che può raggiungere solo chi sente la maglia del Napoli come una seconda pelle.

Sotto quella “cresta” fatta di talento, classe e gol la seconda pelle di Marek Hamsik non può che essere azzurra come la maglia del Napoli.

“O Capitano! Mio capitano!” 400 volte grazie.  

© Riproduzione riservata. Ne è consentito un uso parziale previa citazione corretta della fonte.

[iframe width=”420″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/urTYlLuW5F4″ frameborder=”0″ allowfullscreen ]

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top