Notizie

Henrique: “Sono triste per ieri ma adesso pensiamo a raggiungere il secondo posto. Scudetto? Il nostro obiettivo è un altro”

93b473cb3c3c49e3b104da1178e2b4c6

Ospite esclusivo, oggi alla Radio ufficiale azzurra, Adriano Henrique, difensore del Napoli che poco alla volta sta dimostrando sempre di più che ci sa fare con il pallone. Con la sua tecnica, con Raul Albiol e con un Federico Fernandez che sta maturando bene, il difensore brasiliano sta riuscendo, piano piano, a migliorare quella che era il problema principale della squadra partenopea: la difesa.
Queste le sue parole anche a riguardo del triste e sfortunato match e dell’ingiusta eliminazione:

Ciao Henrique, come stai?
Sono un po’ triste per la partita di ieri ma andiamo avanti.

È brutto uscire dall’Europa League com’è successo ieri.
Abbiamo avuto l’opportunità di fare gol ma non ne abbiamo approfittato. Ricevere il gol e uscire dalla Coppa Uefa è pesante.

Adesso Henrique, bisogna arrivare al secondo posto.
Sì, adesso è il nostro obbiettivo, così che possiamo qualificarci subito per la Champions. 

Benitez ti ha schierato in Europa League prima come difensore centrale poi come centrocampista e terzino, poi giocare ovunque.
Penso alla mia squadra, non ho problemi a giocare sia in difesa, a centrocampo che come terzino. Non ci sono problemi perché gioco per la squadra.

Domenica Napoli – Fiorentina, che si giocherà anche come finale di Coppa Italia il 3 maggio.
Partita troppo importante, è una squadra forte però noi dobbiamo vincere quella partita anche perché giocheremo in casa, al San Paolo. È un’obiettivo fondamentale.

Dopo il Palmeiras fosti acquistato dal Barcellona, poi al Bayer Leverkusen e adesso giochi nel campionato italiano. Come ti trovi?
Troppa intensità differente dalle altre, troppe squadre buone, forti e veloci. 

Due mesi di Henrique a Napoli, come ti stai trovando?
Mi piace la città, la squadra e non piace solo a me così tanto ma anche a tutta la mia famiglia. Penso di restare qui per molto tempo e aiutare la mia squadra a raggiungere gli obiettivi.

L’obiettivo numero uno per l’anno prossimo qual è?
L’obiettivo primario è arrivare al secondo posto per arrivare alla Champions prima di tutto, poi lo scudetto.
Il mio sogno è quello di tornare a far parte della Nazionale dopo gli impegni con il Napoli.

Peccato per Rafael.
È bravo, ho giocato con lui in Brasile ed è forte, ha del potenziale. È una persona incredibile. Siamo stati veramente bene insieme.

Come ho già detto prima, Benitez ti cambia spesso di ruolo ma il tuo ruolo principale è il centrale di difesa giusto?
Sì, ho anche fatto 6 mesi da centrocampista ma per me non ci sono problemi a cambiare ruolo.

Ieri hai fatto anche da attaccante ad un certo punto. Vuoi rubare il ruolo ad Higuain?
Ieri c’ho provato ma la porta del Porto era difficilissima da raggiungere.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top