Notizie

Higuain l’Indistruttibile

f84d217853d263e771f2d4ffc4c6fcef

Napoli – Milan – Higuain, un giocatore due squadre. Una lo cercò nel 2006 ma lui rifiutò categoricamente ed era il Milan, l’altra l’ha cercato quest’anno e l’ha portato a casa sua: il Napoli. Domani sera Higuain sfiderà i rossoneri di Balotelli. Ma perchè rifiutò il Milan? Higuain nel 2006 approdò al Real Madrid, che lo seguiva da tempo, ma dopo un po’ arrivò anche l’offerta del Milan che El Pipita rifiutò con una sola frase: “Per me c’è solo una squadra: il Real”. E il Milan puntò Ronaldo e lo acquistò. Sette mesi dopo, il 2007, la società rossonera ci riprova con un fax: offerta di 24 milioni! “No”, ancora una volta, la risposta dell’argentino. Ormai a Madrid è un idolo e viene definito “L’Indistruttibile”. Jorge Valdano è stupito da questo ragazzo con corsa e tiro formidabile, le sue gambe hanno una fibra muscolare da centometrista forse sproporzionata rispetto al suo esile torace. Tutta la squadra è con lui, crede in lui. In totale farà 121 goal in 161 partite: destro, sinistro, testa, rovesciata. Ormai è amato da tutti: un ragazzo semplice che non ama fare il divo: “Vorrei essere ricordato un giorno come una brava persona”, e lo è. Umile, timido, invita i ragazzi a stare lontano dalla droga. Lui, Indistruttibile lo è per davvero. Da bambino ebbe una meningite fulminate e la madre lo portò, con una corsa disperata, all’ospedale. I medici dissero che avrebbe avuto problemi mentali permanenti, ma Higuain dimostrò la sua forza diventando quello che è oggi. Domani sera vedremo da un lato il Milan, pronto a difendere il campo, dall’altro lato un Napoli che ha fame di vittorie importanti ma lo farà con una pedina in più: Gonzalo Higuain.
Fonte: Corriere dello Sport

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top