Calcio&Business

I Procuratori ed il cambiamento delle modalità del loro pagamento

f42d7d7de8f932044d3bdfbfa64670ec

 

La Legge di Stabilità in fase di emanazione, potrebbe, attraverso un emendamento presentato da relatori della maggioranza, cambiare le regole in materia fiscale nelle compravendite dei calciatori.

Il disegno di legge in via di approvazione, prende atto del nuovo regolamento FIFA sugli Agenti.

Finora, l’attività del Procuratore si considerava come svolta solo per una delle parti in causa, o il giocatore o la società. Poiché, nell’ambito della vendita e dell’acquisto di un atleta, da un punto di vista fiscale, la società può dedurre il costo interamente, il Fisco, cautelandosi, impone che il 15% del compenso al procuratore sia presuntivamente imputato al reddito del calciatore, che se lo vede caricato sul suo imponibile fiscale, consentendo alla società di scaricare solo 85% del costo.

Con il nuovo regolamento il Procuratore può svolgere la sua attività professionale, sia per la società che per il calciatore e, se approvato l’emendamento, entrambi dichiareranno la spesa di propria competenza.

Le società riuscirebbe a portare in detrazione l’intero costo sostenuto, non dovendo rinunciare al 15% del costo, che sarebbe sempre a carico del calciatore.

Se invece l’emendamento non dovesse essere approvato, potrebbe esserci il rischio di contenziosi proprio alla luce del nuovo regolamento della FIFA che andrebbe a scontrarsi con le vecchie norme fiscali.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top