Notizie

Il Casablanca si ritira per insulti razzisti. Anzi no: “Il razzismo non vincerà. Lo combatteremo giocando”

6c701c78869f59779b08413a9df76c15

Il Casablanca milita nel campionato Uisp di Forlì. Questa squadra come tante ma formata da soli immigrati del Marocco che vivono in Italia da tempo. I calciatori del Casablanca sono continuamente bersaglio di insulti razzisti e l’ultimo episodio si è verificato sabato scorso durante una gara, l’avversario del Club Juventinità di Forlimpopoli ha rivolto insulti razzisti: “Tornate a casa marocchini di m…”. E qui la goccia che ha fatto traboccare il vaso: la squadra del Casablanca decide di ritirarsi.

LA STORIA. La squadra esordì come squadra di calcetto a cinque guidata dalla Rachid Hansal, famoso calciatore marocchino. L’uomo ha giocato nelle serie A e pure nella Nazionale del suo Paese e poi è emigrato in Italia. E’ autista spedizioniere, ha 41 anni, ma gioca ancora nella squadra di cui è l’animatore. 

LA DECISIONE. I calciatori, stufi di essere sempre insultati durante ogni partita, hanno preso una sofferta decisione: lasciare il campionato. Ma ci sono stati tanti messaggi di solidarietà verso questa squadra e la Uisp ha bloccato il campionato: “Il razzismo non passa. Finché non chiariamo cosa è successo qui non gioca nessuno”.  Una delegazione della squadra è stata ricevuta dal sindaco Roberto Balzani, che ha parlato con loro della questione cercando una soluzione per combattere il razzismo e far si che la squadra non abbandoni il campionato.

LA VITTORIA. Il Casablanca ha deciso di non ritirasi più: “Noi ci sentiamo italiani, basta col razzismo, a questi comportamenti dobbiamo rispondere giocando. Restiamo in campo perché altrimenti sarebbe una sconfitta”. Queste le parole dei giocatori che domani scenderanno in campo e indosseranno una maglietta con la scritta “No al razzismo”.

Ancora una volta il calcio si è macchiato di razzismo e gli insulti oltre ad arrivare dagli spalti arrivano anche dagli avversari. Siamo sicuri che il calcio sia ancora lo sport più bello del mondo? 

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top