Notizie

Il Manifesto di Sarri: “Mi preoccuperebbe di più uno 0-0 soffrendo che una sconfitta così”

2684474705ac823a89b1e05fd6996f96

Dopo la sconfitta contro il Villarreal, l’allenatore del Napoli conferma le idee espresse nel post-partita di Juventus-Napoli. Il Napoli ha raccolto ieri sera sul campo del Villarreal la seconda sconfitta consecutiva dopo quella dello Stadium contro la Juventus. Due partite con alcune differenze, le più evidenti i sei uomini cambiati da Sarri in terra iberica e la differenza nelle occasioni create dalle due squadre, ma con numerose agrodolci analogie. Dipende tutto dal punto di vista che si sceglie di adottare. Quello di Maurizio Sarri è chiaro. Le sue dichiarazioni dopo le ultime due sconfitte collezionate sono chiaramente orientate a considerare i lati positivi di questi due match. Dopo il match dello Juventus Stadium si è espresso in questi termini: Valutando i 92 minuti analizziamo la gara, non un tiro deviato, usciamo con più convinzioni e non con difficoltà, abbiamo giocato più che alla pari in uno stadio difficilissimo”. Il concetto espresso nelle dichiarazioni rilasciate in occasione della conferenza stampa dopo la partita di ieri sera è lo stesso: Nelle ultime due gare abbiamo avuto controllo della partita, ma siamo stati puniti. Sarei più preoccupato se avessimo giocato queste gare soffrendo per 90’. Così non è stato. Inoltre abbiamo mosso anche più velocemente il pallone rispetto alla partita di Torino.” Lo si può considerare un Manifesto del suo credo calcistico. Il Napoli deve imporre il proprio gioco. Ovunque. Questa è la condizione necessaria e sufficiente a soddisfare Sarri e a dargli la sicurezza che continuando su questa strada i risultati ritorneranno. Il Napoli ha superato le avversarie in possesso palla e predominanza territoriale su due campi difficilissimi da cui è uscito a testa alta pur facendolo a mani vuote.

Una deviazione su un tiro apparentemente innocuo a Torino, un gol su punizione dopo un rigore netto non concesso a Vila-Real, questi sono solo episodi figli della sorte che negli ultimi 180′ pare aver voltato le spalle al Napoli. Ma come ogni fattore che appartiene alla sfera dell’imponderabile, anche questo è destinato a restituire ciò che toglie, soprattutto considerando la cavalcata che sta conducendo la squadra di Sarri in questa stagione. Adesso bisognerà raccogliere tutte le forze per rialzare la testa contro il Milan e spiccare nuovamente il volo giovedì nel ritorno contro il Villarreal. Ogni fattore sarà decisivo per invertire la rotta dal punto di vista, compreso – come evidenziato da Callejon (“Al ritorno vogliamo il San Paolo pieno per passare il turno”) e Sarri (“Se il San Paolo ci dà una mano e prende la partita seriamente, possiamo farcela) – un San Paolo che nelle due partite che ospiterà nella prossima settimana dovrà essere la perfetta cornice per un quadro che deve recuperare l’unica caratteristica che pare aver smarrito tra quelle elencate nel Manifesto di Maurizio Sarri: la vittoria.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top