Notizie

Il Napoli si è fermato a Torino

aaeb70fa4e8af627003f501fa727620a

La sconfitta con la Juventus è stata una sorta di spartiacque del campionato del Napoli. Dove sta Zazà? No dove sta il Napoli. La sconfitta all’88’ con la Juventus alla venticinquesima giornata ha avuto effetti più devastanti di quanto si potesse immaginare. Quel gol assegnato a Zaza con l’involontaria ma decisiva deviazione di Albiol, sembra aver spinto il Napoli nel vortice del nervosismo e della rassegnazione. A peggiorare la situazione le polemiche per quanto accaduto nel derby di Torino, quelle sulla squalifica troppo severa di Higuain, la querelle sugli anticipi e i posticipi, nonchè l’ultima sosta per lasciare spazio alle nazionali prima della partita di Udine. 

Prima della sfida che avrebbe potuto lanciare il Napoli verso il terzo (fino a quel momento meritato) scudetto, gli azzurri avevano ottenuto 17 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte. Addirittura con una serie di 8 vittorie consecutive. Dopo la sconfitta con la Juventus solo 4 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte. Il calo è ancora più evidente se si fa il confronto con le percentuali. Prima della venticinquesima giornata il Napoli aveva vinto il 70,83% delle partite, pareggiate il 20,83% e perse l’8,34%. Dopo quella sconfitta vinte solo il 50% delle partite, pareggiate il 25% e perse il 25%. 

Preoccupa soprattutto la tenuta mentale in trasferta dove sono arrivate tutte e cinque le sconfitte in questo campionato. Soprattutto in trasferta il Napoli si è trovato in svantaggio sette volte ma solo due volte è riuscito a pareggiare. 

Al Napoli è mancata la personalità per reagire alle avversità del campionato, così come a Milano con l’Inter. Il gol in fuorigioco di Icardi è stato forse determinante, però è arrivato al 4′ e c’erano altri 86 minuti per recuperare. Invece il Napoli è sembrato rassegnato, quasi demotivato a reagire.

Peccato che nel calcio non è possibile avere controprove, ma sarebbe stato interessante sapere come avrebbe reagito il Napoli se nello staff dirigenziale ci fossero state figure come Marotta e Nedved.  
   

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top