Notizie

Insigne-Florenzi: duello in campionato, compagni in Nazionale

6f393c73a9c9a064c4c50137fe9679b4

Insigne e Florenzi si assomigliano, a cominciare dal grande sogno: rincorrere lo scudetto con la maglia più amata, quella della propria città. Venerdì lo faranno sullo stesso campo, protagonisti del partitone Roma-Napoli. Intanto domani potrebbero condividere un altro stadio e un altro grande sogno: protagonisti con la stessa maglia azzurra in una partita ufficiale della nazionale. L’allenamento di ieri a Coverciano ha dato qualche indicazione: Florenzi a destra, Insigne a sinistra, in un 4-1-4-1 che prevedeva Pirlo davanti alla difesa, trampolino ideale per le sgommate e i tagli dei due ragazzi. Florenzi e Insigne sono forse i due baby-talenti più pronti ad esprimersi con continuità ad alto livello tra i nostri. Si assomigliano anche nel fisico, non esattamente da corazziere, però con una differenza sostanziale: di Insigne dicevano sempre «piccolo, ma bravo», di Florenzi «bravo, ma piccolo». 
Lorenzo, gioiellino del vivaio napoletano, è scivolato di squadra in squadra con la leggerezza del predestinato. Alessandro, meno baciato dalla grazia, ha dovuto sgomitare. Insigne deve molto a Zeman, sotto la cui gestione ha realizzato 18 reti a Pescara e 19 a Foggia. Nell’estate del 2012 proprio Zeman, sbarcato a Roma, avrebbe potuto riunire Alessandro e Lorenzo, ma De Laurentiis si tenne stretto Insigne. L’operazione è riuscita a Prandelli. Il napoletano in questa sagione ha già rifilato un paio di nobili perle al Borussia in Champions e all’Argentina in amichevole, ma Florenzi, capocannoniere della Roma di Totti, capolista, non è messo peggio. Una fascia laterale per ciascuno domani al San Paolo, alla stessa altezza. Aspettando invece venerdì per vederli l’uno contro l’altro. 

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top