Notizie

Intermoia: “Higuain manca, ma credo in Gabbiadini. Inter in difficoltà ma guai a sottovalutarla”

eea530d4fcd865c46b47df97fcfc6c99

Dalla riduzione della squalifica di Higuain a Inter-Napoli, diversi gli argomenti trattati dal redattore di 100x100napoli.it. Durante la trasmissione Uno in Goal, condotta da Raimondo Castaldo, è intervenuto Valerio Intermoia, redattore di 100x100napoli.it. Ecco le sue dichiarazioni: “La riduzione della squalifica di Higuain è un’ottima notizia, tuttavia io credo che Gabbiadini potrà sostituirlo senza gravissimi problemi nelle partite contro Inter e Bologna. L’ex-Sampdoria è molto forte, certo Higuain ha fatto trenta gol finora ed è di un’altra categoria rispetto a tutti gli altri giocatori della Serie A ma credo in Gabbiadini. Sicuramente è importante il ritorno di Higuain in una partita così importante come quella contro la Roma. Con Higuain in campo domani sarebbe stato più facile per Sarri ma comunque credo che l’Inter non stia attraversando un periodo esaltante. La squadra nerazzurra ha raccolto una sconfitta meritata contro il Torino in casa e poi ha vinto a fatica sul campo del Frosinone la scorsa settimana. Del resto l’Inter giocava così anche a inizio stagione solo che con un po’ di fortuna era riuscita a raccogliere tanti punti che le avevano consentito di stare in testa alla classifica. Credo che il Napoli ce la possa fare anche senza Higuain, il suo apporto sarebbe stato importante ma credo sia opportuno ora per squadra e tifosi concentrarsi sulla partita di domani dopo aver accolto la notizia comunque positiva, date le premesse, della riduzione della squalifica di Higuain.

L’Inter ha un attacco molto competitivo. Condivido la scelta di Mancini di fare a meno di Eder che per ora si è rivelato un flop. Era arrivato dalla Sampdoria con tante buone premesse dopo vari gol segnati nel girone d’andata ma non è riuscito ad ambientarsi in nerazzurro. Contestualmente è venuto fuori anche Palacio che magari nella prima metà di campionato non aveva giocato molto ma che ora, anche grazie alle difficoltà di Jovetic, sta trovando spazio. Credo che quello composto da Palacio, Icardi e Perisic sia il tridente migliore per i nerazzurri. Il Napoli dovrà stare molo attento e in questo senso il rientro di Koulibaly potrà essere molto importante. L’Inter sarà spinta da 60.000 spettatori al Meazza.

Penso che sarà il Napoli domani a fare la partita, l’Inter non si esporrà a dei rischi consistenti come quelli portati dalle incursioni di Callejon, le giocate di Insigne e il tiro da fuori di Gabbiadini che potrebbe essere esaltato da un atteggiamento propositivo dei nerazzurri. L’Inter avrà un atteggiamento attento in fase difensiva come accaduto nella partita d’andata. Il gol di Higuain ruppe gli equilibri dopo un minuto ma l’Inter continuò a difendersi. Solo in una situazione disperata l’Inter attaccò il Napoli, sotto di un uomo e con il gol di Ljajic che riaprì la partita. Ricordo le opinioni che emersero dopo quel match da alcuni addetti ai lavori che sostenevano come l’Inter meritasse il pareggio quando secondo me fece l’unica cosa da fare per una squadra sotto di un gol ossia attaccare.

La parata di Reina all’andata è stata la più bella della stagione insieme a quella su Vazquez a Palermo. Il Napoli dopo un dominio di 70-80 minuti rischiò di gettare al vento tre punti che valsero il primato solitario. Il Napoli perse la bussola nel recupero e l’Inter ebbe l’occasione di pareggiare la partita.

Il migliore tra Reina, Buffon, Szczesny e Handanovic? Prendo Buffon che per me è un fuoriclasse assoluto e subito dopo Reina. Il romanista è troppo altalenante nel suo rendimento e non è una sicurezza al contrario di Handanovic, ma prendo sempre Buffon e Reina tra i quattro. Con il portiere azzurro probabilmente a Udine e l’anno scorso le cose sarebbero andate diversamente.”

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top