Notizie

L’Italia dimentica, quando un’offesa regalo’ un Mondiale

ea12ef17e2d2f25a714363ba7aaaaf99

La lite Sarri – Mancini rievoca ricordi passati, quando un’offesa regalò il mondiale all’Italia.

 

Magari la nazionale italiana quel Mondiale se lo sarebbe portato a casa ugualmente, ma la storia racconta che il compito le fu facilitato. Era il 9 luglio 2006, e da allora ogni anno si festeggia l’anniversario del trionfo della nazionale di quel Mondiale di calcio disputato in Germania. Ancora oggi di quella partita si ricordano i calci di rigore, con l’ultima rete piazzata da Fabio Grosso e la sua esultanza, dei due gol di Del Piero e sempre di Grosso alla fortissima Germania, di una difesa fortissima con Buffon insuperabile ed un Fabio Cannavaro che divenne poi pallone d’oro.

Tante cose si ricordano di quel Mondiale, ma di quella notte a Berlino è impressa nella mente la testata che Zinedine Zidane rifilò a Marco Materazzi. Un gesto che fece la fortuna di quell’Italia, poiché Zidane venne poi espulso dal campo lasciando la squadra in 10, e che scaturì da un insulto del difensore azzurro. Su ciò che Marco Materazzi disse quel giorno a Zidane ci sono state molte versioni ed ipotesi, quelle più accreditate e diffuse raccontano che l’interista disse: “preferisco quella p*****a di tua sorella”. 

L’Italia dimentica facilmente, ed a convenienza. Quel giorno un’offesa salvò la nazionale di calcio e regalò il quarto mondiale della storia del paese. 

 

 

® Riproduzione riservata. Ne è consentito un uso parziale previa citazione corretta della fonte.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top