Calcio Estero

Ladies and Gentlemen, welcome to the Boxing Day

Ormai una tradizione sportiva, che affonda le sue radici nell’antichità, il Boxing Day della Premier League darà spettacolo anche quest’anno.

 

Ormai è una tradizione nel Regno Unito e anche quest’anno, nel giorno di Santo Stefano, la Premier League scende in campo. In origine, in questo giorno i padroni terrieri riunivano i propri servi e le comunità più povere per regalare loro strumenti agricoli, cibo e denaro, così come in età industriale i datori di lavoro facevano doni ai propri dipendenti. E così, mentre oggi il 26 dicembre coincide con i Saldi invernali, la Premier non vuol perdere l’abitudine di regalare una giornata intera ai propri tifosi, a prescindere dal giorno della settimana in cui cade.

Si è chiuso l’anticipo del Boxing Day tra Watford e Crystal Palace, con la squadra di Mazzarri che al 71′ ha recuperato lo svantaggio iniziale ed è riuscita ad ottenere un punto importantissimo per tenere sempre più lontana la zona retrocessione e continuare l’onda di un campionato positivo che l’ha sempre vista nella parte sinistra della classifica. Gli ospiti erano passati in vantaggio al 26′ con Cabaye, fallendo il raddoppio dieci minuti dopo su rigore sbagliato da Benteke. Il pareggio del Watford arriva proprio su rigore, nella ripresa, con Deeney. Si riprende dopo due sconfitte consecutive Mazzarri, mentre il Palace incassa la terza “in a row” e va a soli due punti dalla zona retrocessione.

Il Chelsea, con sei punti di vantaggio sul Liverpool potrà amministrare il vantaggio in casa contro il Bornemouth, mentre i Reds continueranno l’inseguimento alla capolista solo domani (ore 18:15) dovendo superare lo scoglio dello Stoke City tra le mura di Anfield. Pronto ad approfittare di eventuali scivoloni, il Manchester City che, dal suo terzo posto, ha un solo punto di distanza dal Liverpool e sarà atteso nel posticipo pomeridiano (oggi, 18:15) in casa dell’Hull City, ultima in classifica. Più complessa la sfida che attenderà Arsenal e Tottenham che si contendono le ultime posizioni “europee” disponibili e dovranno giocare rispettivamente con West Brom e Southampton (questa, domani alle 20:45), ottava e settima forza del campionato. Appena fuori dai piazzamenti europei invece, il Manchester United proverà a fare i tre punti che le servono per agganciare il quinto posto battendo in casa il Sunderland che, invece, cercherà di uscire dalla zona retrocessione (è diciottesimo) facendo uno sgambetto non indifferente a Mourinho.

Completano il quadro, Burnley-Middlesbrough, Leicester-Everton e Swansea-West Ham.

Sponsor 3

Ultimi Articoli

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttore Responsabile: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013
Registrazione al tribunale n. 3751
Email: 100x100napoli@gmail.com

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top