Notizie

Lippi: “Pentito di essere tornato in Nazionale dopo il trionfo di Berlino. Per lo scudetto, attenti al Napoli”

Marcello Lippi, ex c.t. della Nazionale italiana campione del Mondo 2006, ha parlato del passato e del presente del calcio italiano a La Gazzetta dello Sport. È più pentito di aver lasciato la Nazionale o di essere tornato? 

«Di essere tornato, perché non si può tornare dopo aver vinto un Mondiale. Mi ero reso conto di aver lasciato un lavoro a metà e siccome ero disponibile non ho saputo dire di no». 

Per il primo posto in campionato vede sempre la Juventus favorita? 

«La Juve ha qualcosa in più, anche se la Roma è forte e non mi sembra giusto parlare di crisetta. E non bisogna sottovalutare il Napoli, che ha superato lo choc psicologico dell’eliminazione in Champions».

È favorevole all’uso della moviola? 

«Solo per stabilire se la palla è entrata in rete oppure no. Per gli altri casi, la penso come Platini. La tecnologia potrebbe portare altro caos. Bisognerebbe saper accettare gli errori arbitrali».

La rivedremo su altre panchine? 

«Accetterei solo la panchina di un’altra Nazionale, meglio se europea, perché ho partecipato a tutte le manifestazioni, ma mai ad un Europeo».

Inside Articles Bottom
To Top