Notizie

Rileggi il Live, Sarri: “Dobbiamo avere la follia di imporre il nostro gioco. Tifosi? Ingiusto non averli a Torino”

e9d9ac5e9916ff66a47ae8d58631d623

Conferenza stampa di Maurizio Sarri a Castel Volturno, segui la diretta testuale aggiorna con il tasto F5.

13:55 – Finisce la conferenza Stampa, Maurizio Sarri esce dalla Sala Stampa.

13:53 – Firmarebbe per il Pareggio? “Noi sappiamo che per la nostra gente non è una partita normale. Dobbiamo andare in campo sapendo di avere uno stadio contro ma una città dietro. E’ giusto provare a vincere per dare loro una soddisfazione, se la nostra gente ci vedrà fare una partita di grande orgoglio ne sarà felice. Porteremo con noi l’orgoglio di tutti i napoletani nel mondo. Non firmerei perché mi da molto gusto giocarmela, è l’aspetto divertente della cosa. Dobbiamo andare a giocarcela a muso duro, come si dice in Toscana“.

13:51 – La partita si risolverà sulle fasce? “Loro hanno questo tipo di gioco ma noi sugli esterni siamo coperti. Se noi vogliamo coprire la loro ampiezza dovremmo giocare a 6 dietro, ma noi invece dobbiamo trovare altre soluzioni. L’arbitro? Rizzoli ed Orsato sono di assoluto valore. Orsato è straordinario in campo, io non ho avuto mai problemi sugli arbitri, quando me lo chiedono esprimo posizioni sugli episodi a volte bene o male. Rizzoli ed Orsato hanno un livello elevatissimo”. 

13:49 – L’atteggiamento euforico dei tifosi aiuta? “Io ho trovato una tifoseria umile capace di accettare anche i momenti difficili. Sono più maturi di ciò che descrivono i media. Loro sanno che noi domani giochiamo una partita importante, e noi la giochiamo anche per loro. Non sarà facile ma noi dobbiamo provarci”.

13:47 – “L’aspetto che ci da maggiore soddisfazione è quello di poter giocare il nostro calcio con grande brio. La gente pensa che in panchina ci sia un joystick ma in realtà a volte gli avversari non ti fanno fare ciò che vuoi ed a volta bisogna cambiare in corsa. Alex Sandro e Cuadrado hanno spesso trasformato la Juve a quattro dietro e quindi sono abituati. Entusiasmo? Lo abbiamo da tanto tempo non per questa partita. Non c’è euforia né tensioni particolari, spero che la squadra si approcci in maniera normale alla partita”.

13:44 – La Juve ha un gioco più fisico del Napoli, che partita sarà? “La Juve ha una fisicità enorme noi siamo concentrati più sulla palla. Noi a livello di fisicità possiamo andare in difficoltà. Noi dobbiamo evitare questo e stare concentrati sulla palla”. Noi qualche arma in più? “Noi stiamo facendo bene a livello anche di continuità, l’esperienza può influire ma conta tanto altro. Se fosse solo una questione di esperienza giocherebbe ancora Gigi Riva, che sarebbe comunque un piacere”.

13:42 – Quanto c’è di Allegri in questa Juve? “LA Juve di Allegri ha qualcosa di Conte, il mio Napoli ha qualcosa di Benitez. Quando un allenatore lavora con una squadra lascia qualcosa. Allegri ha fatto un lavoro straordinario, c’è molto di suo in questa squadra. La prima volta che la Juve insegue? Noi non vogliamo far paura a nessuno, io voglio che la squadra giochi il suo calcio e deve imporlo perché sennò andiamo in difficoltà. Fare risultato in uno stadio così significa fare gioco”.

13: 40 – La squadra è più concentrata sull’obiettivo finale oppure sulla partita? “Non guardiamo all’obiettivo finale ma alla gara di domani. Partita dal gusto enorme perché essere considerati al pari della dominatrice sportiva del Campionato italiano è un orgoglio incredibile. Non ci accontentiamo di questo, domani dobbiamo provare la follia di imporre il nostro gioco. Abbiamo quattro o cinque giocatori di alto livello ed esperienza che prenderanno in mano la squadra. Loro ne hanno qualcuno in più così ma io mi fido dei miei”.

13:39 – E’ la sua partita più importante?  “Sono stato fortunato e bravo a scalare le categorie. Quella di domani non è la partita più importante della mia carriera, io ne ho disputate 500, per me giocare San Giovannese – Grosseto era fondamentale in Serie C quanto Juventus – Napoli”

13:37 – Chi toglierebbe alla Juventus tra Buffon, Marchisio o Dybala? “Nessuno. Buffon ha fatto la storia, Marchisio fondamentale per la Juventus e Dybala ha un futuro grandioso. Giocatori di così grande importanza possono determinare la partita”.

13:36 – Napoli e Juve si equivalgono, chi risolverà il match? “Speriamo si equivalgano. Il singolo può risolvere la partita, ma noi abbiamo un gran gruppo ed anche loro. Al di là di questo è evidente che il singolo può risolverla. Tifosi? Ritengo sia un’ingiustizia vietare la trasferta e pensavo la stessa cosa all’andata quando venne vietata la presenza dei tifosi in trasferta. Per me sono decisioni che non hanno senso”.

13:34 – E’ preoccupato delle mosse tattiche di Allegri? “Preoccupato è una parola grossa. Per loro a tre o a quattro dietro non cambia molto. La partita da grandi stimoli ma ci vuole lucidità per gestire match come questi”.

13:33- Che tipo di vigilia è quella di Juve – Napoli? “Vigilia normale perché è una partita come le altre. Noi stiamo cercando di costruire delle certezze difensive, loro invece hanno una solidità storica ormai affermata a certi livelli”

13:32 entra Maurizio Sarri comincia la conferenza stampa

13:30 Giornalisti già in sala ad attendere l’arrivo di Maurizio Sarri.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top