Notizie

Sarri: “Sulla Juventus la penso come i tifosi del Napoli”

dd4bb4f510c8273a9dfd17740876e17a

Il tecnico Sarri ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del centro sportivo di Castel Volturno, alla vigilia del match con la Juventus
TERMINA LA CONFERENZA STAMPA.

Su Cuadrado e sul mercato
“La mia filosofia è impostare io la partita e non mi preoccupo di queste cose. Se gioca largo lo posso guardare anche io. Di mercato non parlo”

Su Higuain, Jorginho e la Juventus
“Higuain può essere determinante sempre e comunque. Faccio fatica a considerare in crisi una squadra che pochi giorni fa ha vinto a Manchester. Jorginho sta facendo bene è un giocatore intenso con una buona fase difensiva. Fino ad ora ci ha dato qualcosa d’importante. Avevo qualche dubbio che si trovava bene nel centrocampo a tre , mi sta dando ottime risposte”

Cosa può significare escludere la Juventus dalla lotta scudetto.
“La Juventus può vincere dieci partite consecutive. L’Inter non si sa. La squadra nerazzurra ha avuto alcuni episodi positivi. Noi stiamo lavorando bene per creare una nostra identità. Dobbiamo aggiustare alcuni difetti. Domani per me è un evento eccezionale. Bisogna fare una partita che il pubblico deve essere orgoglioso di noi. Poi ci saranno partite di campionato normali nelle quali ci andremo a verificare”

Sull’assenza dei tifosi ospiti.
“Fa sempre dispiacere quando i tifosi non vengono allo stadio. Se ci sono dei delinquenti tra i tifosi della Juventus devono restare a casa. Se ci sono persone per bene devono andare allo stadio anche se hanno il difetto di tifare Juve”

Sulle parole di De Laurentiis che lo ha considerato un allenatore Vip
Mi sta pigliando per c…Mi sento un allenatore da campo”

LA DOMANDA DEL NOSTRO DIRETTORE PAOLO DEL GENIO – Hamsik giocatore importante ma non potrà giocarle tutte, è ipotizzabile la soluzione adottata contro il Carpi.
Poco utilizzabile per spezzoni lunghi di partita. Se la souzione finale dovesse essere quella vuol dire che avremmo abagliato la scelta dei centrocampisti. Per trati di partita può andare bene ma per tre quarte partite non è possibile. Questa è una partita da anima e da cuore e deve andare al di là della tattica”

Sul momento della squadra
“Noi siamo in una fase di consolidamento che ci ha costretto a fare pochi cambi. La squadra sta bene anche se sappiamo che alcune volte sbattiamo contro un  uro in altre subiamo un contropiede. Gabbiadini secondo me è adatto a giocare con le due punte. Chi mi dice che Napoli e JUventus sono in crisi faccio fatica a pensarlo”” 

Sulle parole di Allegri
E’ uno scontro diretto per la media e bassa classifica. Loro sono vice-campioni d’Europa e hanno scritto la storia del calcio italiano. Non riesco a vedere questa partita al di là del singolo evento. Col Frosinone ha fatto una bella partita con il Frosinone. Pareggio casuale. Noi siamo descritti come una squadra in crisi. Non parliamo dei gol non subìti perchè porta sfiga”

L’emozione per la sfida con la Juventus
“E’ una tensione normale, positiva e spero di trasmettere questo ai giocatori. Spero di fare contenti i nostri tifosi. Perchè il pensiero dei tifosi è lo stesso pensiero mio.

Chi rischia di più tra Sarri e Allegri domani.
” A me della classifica non importa niente. So che i napoletani tengono particolarmente a questa partita. L’intenzione nostra è fare la partita sempre e comunque. Ma penso che anche la Juventus voglia lo stesso. Poi è normale che una delle due squadre prenderaà il sopravvento”

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top