Notizie

Lo staff medico della SSC Napoli: fiore all’occhiello della Serie A

ee8cdfc64f7e7092aa952934d9dae6ef

Lo staff medico del Napoli è uno degli staff più all’avanguardia della Serie A. Il “leader” di tutto ciò è il Dottor Alfonso De Nicola che in questi anni ha ottenuto grandissimi risultati sul fronte infortuni: non a caso il Napoli, quest’anno, è risultata la squadra con meno infortuni, media 0,32%. Un dato molto significativo in quanto il Napoli ha giocato 59 gare tra campionato e Coppe.

Il Dottor De Nicola è in continuo aggiornamento su come evitare gli infortuni, specie quelli muscolari. Tra i tanti accorgimenti c’è un particolare: il Dottore analizza i video per stabilire le cause biomeccaniche degli infortuni, personalizza allenamenti quando i giocatori sono indisponibili e in più utilizza la Mirror Therapy che agevola la riabilitazione in campo perché il giocatore osserva il movimento effettuato dal compagno, proprio come in uno specchio.
Tutto ciò è frutto del passo in avanti che fa la medicina e lo staff medico azzurro cerca non di stare dietro a tale evoluzione ma di seguirla passo passo, cerca di camminargli affianco. 

Una particolarità è data dal fatto che la SSC Napoli da circa un anno ha un accordo con la Temple University di Philadelphia dove viene effettuato uno studio, per la prima volta, sul DNA dei calciatori per prevenire infortuni muscolari o la predisposizione a lesioni muscolari ma serve e anche per individuare l’identikit del “super calciatore”.
A supervisionare la ricerca è Antonio Giordano, direttore dello Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine e del Centro di biotecnologia del College of Science and Technology della Temple University di Philadelphia.

Un Napoli d’acciaio.
Il Napoli è la squadra con il minor numero di infortunati e di indisponibili: considerando le 59 gare disputate nella stagione passata, con impegni bisettimanali e dunque molto vicini nel tempo, dimostra di recuperare i suoi giocatori in tempi da record. I risultati appaiono evidenti mettendo a confronto la compagine partenopea con le altre 19 squadre in serie A. Nello specifico l’analisi riguarda la ‘media indisponibili’ e ‘la media infortuni’ fino alla 38a giornata.
“Media Indisponibili”: il Napoli ha una media di 1,59, con 94 indisponibilità su 59 gare disputate;
“Media Infortuni”: il Napoli ha una media pari a 0,32 e con 18 infortuni. 

Lo staff medico della SSC Napoli è composto, oltre dal Dottor Alfonso De Nicola, anche da: il Dott. Enrico D’Andrea, medico fisiatra, esperto in terapia manuale; il Prof. Raffaele Canonico, medico dello sport, esperto nella diagnosi precoce e prevenzione delle patologie cardiocircolatorie, nutrizionista dello sport; il dr. Massimo Buono, terapista della riabilitazione, esperto e studioso del recupero e ricondizionamento atletico del calciatore; il dr. Giovanni D’Avino, terapista della riabilitazione, esperto in massoterapia e studioso delle più moderne tecniche di recupero manuale e strumentale, il dr. Fabio Sannino, terapista della riabilitazione, studioso ed esperto delle tecniche di riequilibrio posturale globale con metodo Mezieres, il  dr. Marco Romano, terapista della riabilitazione, mezierista e studioso delle innovazioni tecniche e strumentali utili alla riabilitazione dell’atleta, il dott. Marco Di Lullo, laureato in scienze motorie, futuro terapista della riabilitazione, massofisioterapista dello sport, studioso di massoterapia linfodrenante, mezierista.
 
Arrivati a supporto in questi giorni a Dimaro anche i due consulenti odontoiatri, i dottori Valentino Tundisi e Massimiliano Sirignano per i test di elettromiografia computerizzata volti ad analizzare l’occlusione da un punto di vista neuromuscolare e agevolare eventuali problemi di natura posturale.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top