Notizie

Malagò: “Doping? siamo il secondo paese al mondo”

0f2abccf22e32c2269fe9ba5eea58ab3

Il presidente del CONI,  Giovanni Malagò, commenta la triste statistica italiana in merito ai casi di doping. Nello sport aumentare le prestazioni con l’uso di sostanze illecite è una macchia indelebile che continua a penetrare nei tessuti degli atleti. Purtroppo l’Italia è uno dei paesi più colpiti in tal senso ed è al secondo posto nella classifica dei casi di atleti olimpici trovati positivi ai test. Un triste risultato che viene analizzato meglio da Giovanni Malagò nella sua relazione sullo stato di salute dello sport italiano in 7a Commissione al Senato. Queste alcune delle sue dichiarazioni:

“Ad oggi siamo secondi per numero di positività a livello olimpico. Questo dato si può leggere in due maniere: o siamo un Paese che fa largo uso di sostanze dopanti, oppure siamo un Paese che controlla tutti: dove c’è un setaccio e una maglia non si passa. Dobbiamo ulteriormente crescere”.

“La lotta al doping non finisce mai, abbiamo avuto tanti attestati da parte del Comitato Olimpico Internazionale e della WADA, l’agenzia mondiale antidoping.  Su questo tema abbiamo fatto passi da gigante, abbiamo raddoppiato il numero delle persone che lavorano in tal senso e il budget sui controlli a sorpresa, oltre ad aver adottato il sistema Adams che ci ha consentito di poter lavorare al meglio in materia di privacy”.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top