Notizie

Mauro Guerrera: “Adesso è facile dire io l’avevo detto. Il mio grazie a Higuain per un motivo particolare”

f0cac416ae1025efebfc5a0e77ed686f

Il redattore di 100×100 Napoli è intervenuto ai microfoni di radio Antenna Uno. Durante la trasmissione radiofonica “Uno in goal” trasmessa dalle frequenze di radio Antenna Uno e amabilmente condotta da Maria Grazia De Chiara, è intervenuto il redattore di 100x100napoli.it Mauro Guerrera.

Hai la voce bassa dopo l’esultanza per il magnifico record di Higuain? 

“Si ho urlato tutta la mia gioia al quarto gol di Higuain. Al di là dell’importanza per il contributo dato alla conquista importantissima del secondo posto, la mia gioia personale per il record di Higuain va oltre l’aspetto sportivo. Se andiamo a leggere i record del campionato di Serie A, sono tutti stati stabiliti dalle squadre del nord. Grazie a Higuain finalmente c’è anche il nome di una squadra del sud e la gioia è ancora più grande perchè il nome è quello del Napoli”.

A inizio stagione forse è stato troppo bistrattato Sarri, mentre oggi tutti sottolineano dove questo tecnico è stato capace di portare la squadra partenopea.

“Dopo il successo sul Frosinone sento dire da molti opinionisti e giornalisti che avevano visto giusto e previsto questo cammino del Napoli. Invece penso che bisogna essere onesti e ammettere che nessuno ha pronosticato il Napoli più su del quarto posto. Io ho avuto la fortuna di seguire il Napoli a Dimaro e già in ritiro si è potuto apprezzare il lavoro di Sarri. Sinceramente ho sempre detto che Sarri a Empoli ha fatto vedere un bel calcio e se fosse riuscito a trasmettere il suo credo calcistico ai giocatori del Napoli di qualità superiore a quelli dell’Empoli, ci saremmo tolti qualche soddisfazione.  Ma onestamente devo dire che mai avrei immaginato il Napoli secondo e con una serie di record stabiliti tanto in campionato quanto in Europa”.

Tanti azzurri sono stati convocati in Nazionale.

“Il Napoli ha una rosa importante che va rinforzata nelle alternative e migliorata in un paio di ruoli negli undici. Non mi sorprende che tanti calciatori del Napoli siano nel giro delle nazionali dei propri paesi. Mi dispiace tanto per Callejon, un giocatore che stimo tantissimo perchè tatticamente è stato fondamentale per il Napoli e lo sarebbe anche per una squadra fortissima come la Spagna. Inoltre Callejon è in grado di dare un contributo importante anche in fatto di gol e di assist. Davvero un peccato non vedere un calciatore come lui agli Europei”

Inside Articles Bottom
To Top