Notizie

Mauro Guerrera: “Con il Genoa un segnale importante. In Italia gelosi del Napoli”

ee0a6bf895b28dbc786bfc2d052b3f28

IL redattore di 100x100napoli.it è intervenuto ai microfoni di Radio Antenna Uno. Intervistato sulla lotta scudetto durante la trasmissione radiofonica “Uno in goal”, in onda su Radio Antenna Uno e condotta da Maria Grazia De Chiara, il nostro redattore Mauro Guerrera ha così commentato la sfida scudetto tra Napoli e Juventus:

Una bella vittoria con il Genoa ma il prossimo impegno di campionato non è da prendere sottogamba…
“Con il Genoa è stata una partita importante perchè il Napoli ha dimostrato di avere una forza mentale da grande squadra. Trovarsi sotto di un gol, potenzialmente a sei punti dalla capolista, avrebbe potuto demoralizare chiunque e invece la reazione degli azzurri è un segnale incoraggiante in vista dello sprint finale con la Juventus. L’Udinese è una squadra che ha bisogno di punti. La sua classifica si è notevolmente complicata in queste ultime partite. Poi c’è Duvan Zapata che ci terrà a fare una bella figura contro la sua ex squadra e che magari potrebbe essere la squadra del suo futuro. Da qui alla fine del campionato nessuna partita può essere sottovalutata”.

Il duello tra Juventus e Napoli ha radici storiche…
“Chi in passato ha paragonato la rivalità tra Napoli e Juventus a quella tra Barcellona e Real Madrid ha centrato il punto. Il Napoli rappresenta in certo senso Davide che sfida Golia, la squadra che vuole sfidare la potenza e la prepotenza del padrone che comanda in lungo e in largo l’Italia”.

Ma all’estero no…
“Hai ragione perchè con il Bayern Monaco addirittura ha subìto un torto arbitrale. Secondo me c’è un pò di gelosia, perchè l’opinione pubblica nazionale vorrebbe che il gioco spettacolare del Napoli lo facesse la Juventus. Il Napoli è una squadra che riesce a fare un gioco bello da vedere e allo stesso tempo competitivo, malgrado abbia speso sul mercato una cifra decisamente inferiore a quello delle milanesi e della stessa Juventus e questo aspetto è difficile da accettare a livello nazionale”.  

Sassuolo, Empoli, Chievo e Genoa: la squadra di Sarri si sta specializzando in sorpassi. Siamo destinati a soffrire fino alla fine..
“Più che di sorpasso mi piace parlare di rimonta, come dici giustamente tu trasmette più una sensazione di un qualcosa di eroico. Lo scudetto del 1990 lo vincemmo al San Paolo all’ultima giornata contro una squadra laziale dopo una rimonta ai danni del Milan. Chissà che quest’anno la storia non possa ripetersi con la Juventus. Però sinceramente, oltre alle vittorie che sulla carta sembrano scontate, per completare la rimonta il Napoli deve obbligatoriamente vincere una trasferta tra Inter e Roma”.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top