100×100 Napoli

Notizie

Mauro Guerrera: “Napoli mediaticamente debole. Tre azzurri agli Europei”

af756edf97e286234bf28733f1755a94

Il redattore di 100×100 Napoli è intervenuto ai microfoni di radio Antenna Uno. Durante la trasmissione radiofonica “Uno in goal” trasmessa dalle frequenze di radio Antenna Uno e amabilmente condotta da Maria Grazia De Chiara è intervenuto il redattore di 100x100napoli.it Mauro Guerrera.

Che partita prevedi con il Torino e secondo te chi giocherà?

“Per i tifosi granata è la settimana della commemorazione del Grande Torino. Inoltre per loro è l’ultima partita stagionale casalinga e ci terranno a fare bella figura. Questi due fattori rendono la partita più complicata, ma se il Napoli farà il Napoli l’esito della sfida non potrà che essere positivo. Per quanto riguarda la formazione penso che inizialmente andranno in campo gli stessi undici che hanno battuto l’Atalanta”.

Rapporto Sarri-De Laurentiis: il matrimonio continuerà o sarà subordinato al secondo posto?

“Secondo quanto detto da De Laurentiis durante la conferenza stampa per la presentazione del ritiro di Dimaro, immagino che i due si saranno già parlati e che resterebbero alcuni dettagli da limare per firmare il rinnovo del contratto. Secondo me il rapporto continuerà, per fortuna aggiungerei”.

Secondo alcuni media di informazione i giocatori italiani del Napoli potrebbero non far parte della spedizione agli Europei?

Meglio così saranno a disposizione di Sarri già in ritiro. Scherzi a parte un’esperienza come gli Europei farebbe crescere mentalmente i calciatori e sarebbe un vantaggio anche per il Napoli. Il problema è che Napoli mediaticamente è debole e non è capace di sponsorizzare i propri calciatori come succede in altre città. Anzi, spesso ci facciamo del male da soli criticando oltremisura anche i nostri top-player, senza considerare che si continua con un’inutile dualismo Sarri-Benitez. Adoro Benitez ma è il passato, Sarri è il presente e spero il futuro. Durante una trasmissione televisiva della Rai si è parlato addirittura di Lapadula e Totti in Nazionale. Se il calcio italiano è costretto ad aggrapparsi a un calciatore che ha giocato solo in Serie B e ad un quarantenne, vuol dire che in questi ultimi anni qualcosa non ha funzionato. Detto questo penso che Insigne, Jorginho e anche Gabbiadini meritino la nazionale molto più di Eder, Thiago Motta e Belotti”.

Ma Lapadula il prossimo anno potrebbe giocare nel Napoli?

“Ma io non metto in discussione le doti di Lapadula, solo che considero un azzardo puntare su un calciatore che ha giocato solo in Serie B sacrificando chi come Insigne e Gabbiadini ha lottato per vincere uno scudetto e ha anche esperienza in campo internazionale”

Inside Articles Bottom
To Top