Notizie

Mauro Guerrera: “Sulla squalifica di Higuain c’è una cosa che non mi va giù”

3dcc258f74fc53b7842ff87172208482

IL redattore di 100x100napoli.it è intervenuto ai microfoni di Radio Antenna Uno. Intervistato durante la trasmissione radiofonica “Uno in goal”, in onda su Radio Antenna Uno e condotta da Maria Grazia De Chiara, il nostro redattore Mauro Guerrera ha così commentato la squalifica di Higuain e le polemiche sull’arbitraggio di Irrati in Udinese-Napoli.

Sembra che l’arbitro Irrati sia stato anche premiato.

“Più che un premio è forse una punizione, magari lieve, ma pur sempre una punizione. Come Rizzoli per due domeniche consecutive dopo il derby di Torino anche Irrati farà l’addizionale di porta. Bisogna considerare che con tre arbitri a partita in campo, l’organico arbitrale della Serie A non permette di sospendere facilmente un arbitro”.

Forse è una punizione troppo lieve per Irrati.

“Penso che quanto abbia fatto Rizzoli è molto più grave. Ha dichiarato che è stato lui ad andare verso Bonucci, in barba a quanto si può vedere nei filmati. Grave se davvero lo ha fatto perchè un arbitro che va addosso a un calciatore non può rappresentare il calcio italiano ai prossimi Europei. Se invece lo ha detto per scagionare Bonucci sarebbe ancora più grave e dovrebbe spiegare cosa o chi lo ha spinto a scagionare il calciatore della Juve”.

Questa difformità di giudizio ha esagitato gli animi.

“I tanti episodi di questi anni dovrebbero far scattare un allarme che riguarda tutto il calcio italiano. Una volta il gol di Turone, poi il rigore di Brady a Catanzaro, il rigore di Ronaldo, quindi il gol di Muntari, per non dimenticare le manette di Mourinho e il violino di Garcia. Ancora Pechino, il gol di Chiellini la scorsa stagione in fuorigioco al San paolo nello scontro diretto, il caso Bonucci-Rizzoli e per finire (per il momento) con il caso Higuain. Quindi non è solo un problema del Napoli. Chi ama il calcio non può più tollerare questa linea dei due pesi e due misure. Ma la cosa che più mi ferisce e che non sopporto è questa ostinazione dei media nazionali a difendere l’indifendibile. Se vogliamo salvare il calcio italiano dobbiamo dire la verità”. 

Con questa squalifica Higuain potrebbe avere anche dei problemi nella corsa alla Scarpa d’Oro.

“La vittoria di Higuain, davanti ai più grandi campioni del calcio internazionale, sarebbe stato uno spot bellissimo per il calcio italiano, anche per invogliare qualche campione a venire a giocare in Italia. Invece il calcio italiano è riuscito a raggiungere anche quest’altro risultato negativo. In Italia il calcio è in crisi economica, strutturale e sportiva, l’anno prossimo potrebbe anche perdere qualità tecnica perchè i campioni come Pogba, Morata, Pjanic, Nainggolan, Higuain, giusto per citarne qualcuno, potrebbero essere stufi di un calcio dove non è il campo a decidere bensì…diciamo il fato che non sempre fa trionfare il migliore. E quest’anno il Napoli è stato il migliore per gioco espresso e spettacolo calcistico offerto”. 

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top