Notizie

Mauro Guerrera: “Villareal difficile da affrontare, ma ora l’importante è sostenere la squadra”

057d5d10528ca05c5908353f54800d73

Il redattore di 100×100 Napoli ai microfoni di Radio Antenna Uno ha commentato la sconfitta del Napoli con la Juventus e parlato dell’impegno europeo del Napoli. Con Maria Grazia De Chiara conduttrice della trasmissione radiofonica “Uno in goal”, trasmessa da Radio Antenna Uno,si è parlato del big-match Juventus-Napoli, delle dichiarazioni rilasciate oggi dal presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis e della sfida con il Villareal in Europa League. 

Il presidente De Laurentiis ha parlato di un Napoli “cazzutissimo”.
“Penso che stasera servirà un Napoli così. Quella con il Villareal è una sfida non facile, con una squadra aiutata da una tifoseria caldissima in uno stadio piccolino con gli spettatori vicini al terreno di gioco, un pò come lo Juventus Stadium. Inoltre, come dicevi tu giustamente, il Villareal è quarto nel suo campionato e per essere alle spalle solo di Barcellona, Atletico Madrid e Real Madrid, qualche qualità importa deve per forza averla. Ha giocatori di ottimo livello dal punto di vista tecnico che in casa si esaltano per la spinta che danno i loro tifosi, passionali come i nostri”.

Chi è il giocatore che temi di più del Villareal?
“Se dovesse giocare sicuramente Bruno Soriano, che anche contro squadre come Barcellona e Real Madrid ha dimostrato di avere una grande personalità e per di più malgrado sia un centrocampista segna spesso. Poi c’è l’esterno sinistro Denis Suarez, veloce e con una notevole tecnica individuale”.

Sembra che stasera giocherà Higuain al centro dell’attacco. Sarri questa sera potrebbe cambiare modulo per mettere più a suo agio qualche giocatore come ad esempio El Kaddouri?
“Non credo che Sarri cambierà modulo, perchè con il 4-3-3 ha trovato il giusto equilibrio. Schierare questa sera Higuain magari per provare a mettere il risultato al sicuro nel primo tempo per poi far tirare il fiato in vista del Milan allo stesso Higuain e magari anche ad Hamsik, un giocatore del quale il Napoli non può fare a meno. El Kaddouri lo sta utilizzando come esterno alto e magari questa sera potrebbe utilizzarlo per far riposare anche Callejon che è uno di quelli più utilizzati da Sarri”.

De Laurentiis ha detto che cresciamo un tassello alla volta e che contro la Juventus il Napoli ha evidenziato questa crescita?
“Concordo, perchè il Napoli ha imposto il proprio gioco alla Juventus sul suo campo. Certo è stata una partita dominata dall’intenzione di provare ad attaccare senza scoprirsi per non lasciare spazi agli avversari. Alla fine è stata proprio la Juventus ad aver temuto di più l’avversario come ha dimostrato il cambio Dybala-Alex Sandro per avere una maggiore copertura nella parte finale della partita. Purtroppo è stata una partita sfortunata perchè dopo una serie di errori banali che mai si erano verificati tutti insieme nel Napoli, c’è stata quella devizione finale sul tiro di Zaza che ha spiazzato Reina che era sulla traiettoria del tiro. 

Il campionato è ancora lungo…
“Sicuramente e aggiungerei che il Napoli e i napoletani sono destinati a soffrire e se dovesse succedere qualcosa di importante a maggio, succederà solo all’ultimo minuto dell’ultima partita. Ora l’importante è rimanere tranquilli e crederci, stare vicini alla squadra anche più di prima iniziando proprio da lunedì sera contro il Milan. Anzi iniziando da domani sera davanti al televisore e “concentrarci” su Bologna-Juventus”. 

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top