Notizie

Mazzarri: “Napoli pericoloso ma possiamo batterlo. Sarà una gara intensa”

81693a29cff62b01f13a6231314acdef

Inter-Napoli è la partita degli ex: Benitez da un lato e Mazzarri dall’altro. Sentimenti diversi, addii diversi. Ognuno a fatto il proprio percorso ed ora guardano al presente e sperano in un futuro roseo.
Walter Mazzarri, ex allenatore del Napoli ora in forza all’Inter, ha rilasciato un’intervista ad Il Mattino.

Queste le sue dichiarazioni:

Mazzarri, che Napoli è quello di questo momento?

“Una bella squadra, in ripresa, con una grande organizzazione, molto pericolosa nelle ripartenze e con un allenatore molto bravo. Ma noi siamo l’Inter e se giochiamo come sappiamo fare batteremo il Napoli”.

Dopo i due ko con Cagliari e Fiorentina, l’Inter in che condizioni sta?

“Buone. Abbiamo lavorato bene durante questa sosta, parlando a lungo e provando ad analizzare gli errori. Ho visto ragazzi vogliosi e con la convinzione di potersi riscattare”.

Ha la sensazione di giocarsi il posto stasera, una sensazione che a Napoli non ha mai provato?

“No. Con la società il dialogo è continuo: sappiamo che in un progetto può succedere che ci siano momenti meno brillanti. Siamo concentrati per far crescere la squadra, tornare competitivi e ritornare in Champions. L’appello di Thohir ai tifos imi ha fatto piacere, io la penso come il presidente e i giocatori (cioè che bisogna stare vicini alla squadra, almeno sino al 90′, ndr)”.

Che Inter-Napoli sarà?

“Abbiamo preparato la partita in maniera scrupolosa. Vedo i giocatori molto coinvolti e speriamo di mettere in pratica quello che non ci è riuscito bene”.

Ovvero?

“Una partita intensa. Con la speranza che anche gli episodi siano un po’ più vicini alla nostra parte. Perché stavolta contano i tre punti, il bel gioco poi verrà”.

Ha un valore particolare la partita con gli azzurri?

“È una gara bella e affascinante, contro una squadra importante. Noi non lo siamo ancora. Questa è la differenza, ma speriamo di diventarlo il prima possibile. Spero di vedere contro il Napoli la voglia di riscatto”.

Sarà come uno spareggio per la Champions?

“A trenta partite dalla fine? No. Ma di sicuro l’Inter vorrà lottare fino all’ultima giornata per conquistarsi un posto per la Champions”.

La situazione degli infortunati?

“Non posso fare anticipazioni su Kovacic e Medel. Siamo in emergenza e non posso cambiare certo modulo visto che solo giovedì ho avuto la squadra al completo”.

Nella preparazione atletica c’è stato qualcosa di sbagliato? 

“Ho un buon preparatore atletico. Quest’anno era difficile ripartire dopo il Mondiale. Alcuni hanno fatto 15 giorni di preparazione vera, quelli che sono arrivati dopo no. Non dipende dallo staff, se un giocatore torna dopo un Mondiale, infortunato e a pochi giorni dal campionato, non puoi allenarlo bene. Non so se le altre squadre hanno avuto gli stessi problemi”.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top