Notizie

Napoli, che succede tra i pali?

f34ba9a4dab6d96df7e8ad6c87f942b2

Sette nomi per tre maglie. Questi i possibili scenari. Nelle ultime due stagioni, la difesa del Napoli è stata messa sotto accusa per i tanti (troppi) gol subìti. Per migliorare la statistica dei gol al passivo, la rifondazione del Napoli post-Benitez, parte proprio dalla scelta dei tre estremi difensori che dovranno difendere i pali della porta del Napoli di Sarri. Il Napoli, per ricoprire questo delicato ruolo, ha ristretto la rosa dei candidati a sette nomi:
Reina, Sepe, Sportiello, Andujar, Rafael, Colombo, Contini.

Colombo e Contini. Uno di loro due potrebbe essere il terzo portiere. Due opposti sotto il profilo dell’età: quarant’anni il primo e appena diciannove per il portiere della Primavera. Colombo ha il contratto in scadenza alla fine di questo mese e difficilmente gli verrà rinnovato. Contini invece, giovanotto di belle speranze, la scorsa stagione è stato il terzo portiere nelle competizioni internazionali e potrebbe essere inserito stabilmente in rosa anche per le partite di campionato. 

Andujar e Rafael. I due portieri si sono alternati tra i pali nell’ultima stagione. Due destini paralleli i loro. Entrambi hanno deluso ed entrambi hanno vissuto un momento di gloria nelle lotterie dei rigori rispettivamente con l’Udinese in Coppa Italia e con la Juventus in Supercoppa a Doha. L’intenzione è quella di cederli entrambi. La destinazione di Andujar molto probabilmente è la “sua” Argentina, mentre Rafael desidera giocare altrove, per vivere la stagione del riscatto e dimostrare a tutti perchè al Santos lo chiamavano la “muraglia”. Quasi certamente sarà accontentato. 

Sepe. In questo momento il portiere cresciuto nelle giovanili del Napoli, è uno di quelli che dovrebbe restare in azzurro. Gli indizi che porterebbero alla permanenza del 24enne portiere ex Empoli, sono diversi. Innanzitutto la presenza di Sarri sulla panchina azzurra, tecnico che ha allenato il portiere all’Empoli la scorsa stagione. Poi c’è il discorso sulla composizione delle rose delle squadre, che dalla prossima stagione dovranno presentare almeno quattro calciatori, cresciuti nelle proprie selezioni giovanili. Per il Napoli Sepe è uno di questi. Se dovesse arrivare Reina potrebbe essere lui il secondo portiere, sempre ammesso che il portiere di Torre del Greco, accetti il ruolo di secondo in campionato e, magari, quello di titolare nelle coppe (o viceversa).

Sportiello. Il nome del portiere dell’Atalanta, in questi ultimi giorni è stato accostato al Napoli. Sembrerebbe che Napoli e Atalanta stiano trattando uno scambio di prestiti, con Sepe a Bergamo e Sportiello all’ombra del Vesuvio. Il 23enne portiere nerazzurro sarebbe contento di misurarsi in una piazza importante come Napoli, ma non come secondo senza partire alla pari con gli altri portieri che potrebbero far parte della rosa napoletana il prossimo anno.

Reina. E’ uno dei misteri del calciomercato, non solo del Napoli. Il Bayern Monaco ha già comprato il portiere che dovrà sostituire lo spagnolo (Ulreich n.d.r.). Il portiere ha più volte espresso il desiderio di tornare a Napoli, città che adora. De Laurentiis sembra riconosca in Reina le doti di leader dello spogliatoio che sono mancate alla squadra nella scorsa stagione. I due sembrerebbe abbiano raggiunto un accordo su base triennale. Non si capiscono i motivi che impediscono di annunciare ufficialmente il ritorno in azzurro di Pepe Reina. La partenza di Benitez ha raffreddato l’entusiasmo di Reina? Il processo di italianizzazione della rosa, ha spinto De Laurentiis a un ripensamento? Qualche altra squadra (spagnola?) sta provando a strappare Reina al Napoli?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top