Notizie

Napoli, tra proclami e smentite mercato fermo e stadio vuoto

b6d5854b45b2d2aba9a292d79d9ceeb2

A pochi giorni dalla fine del calciomercato arrivano solo smentite sui “probabili” colpi azzurri, intanto le altre grandi d’Italia chiudono affari dell’ultimo minuto.

Negli ultimi giorni di mercato c’è sempre molta ansia ed attesa tra i tifosi di tutte le squadre.
Non sembra esattamente così per i tifosi del Napoli. I più appaiono ormai critici e rassegnati, quasi, all’evidenza dei fatti. I nomi che circolano ormai da giorni per l’etere e che vengono accostati agli azzurri sono sempre gli stessi con perfetta alternanza. Sebastian De Maio, in ordine di tempo, è l’ultima trattativa smentita dopo le ore caldissime di ieri che lo volevano in azzurro prima ancora dell’inizio della seconda giornata. Il tutto passando per le intricate e sabbiose linee di centrocampo tra i vari Mario Lemina, Matias Vecino, Akeksandar Dragovic e Roberto Soriano. Il problema reale non è tanto acquistare quanto vendere.
La normativa di quest’anno prevede infatti di poter inserire in rosa 25 calciatori, a parere di molti soltanto l’anticamera per l’inserimento di una soglia minima di italiani da inserire nelle rose, per allineare le società a livelli più accettabili. Il club di Aurelio De Laurentiis ha troppi esuberi ma nemmeno vuole vendere, o meglio svendere. Così i partenti Henrique, Andujar, Rafael, Zuniga, De Guzman e Koulibaly. Il presidente avrebbe voluto monetizzare da queste cessioni per poter andare a coprire gli eventuali buchi successivamente, ma le offerte non sono mai state soddisfatte. Difficoltà sono state riscontrate addirittura per Andujar, da tempo quarto portiere ed ancora in rosa, il cui trasferimento all’Estudiantes sembrava fatto e che invece non è mai andato in porto. 
Un’abbondanza quasi senza fine che però lascia un Napoli senza due o tre rinforzi che sarebbero stati fondamentali. 
Così mentre alla Juventus dovrebbe approdare Julian Draxler, operazione complessiva da 38 milioni di euro, e per l‘Inter si insiste tra Eder e Ivan Perisic, la Roma ha presentato Digne e William Vainqueur ed il Genoa addirittura Iturbe, operazione totale da quasi 20 milioni. 
De Laurentiis continua nella ricerca dell’ “acquirente giusto” ma così facendo lascia immobile il mercato in entrata. La diretta conseguenza saranno gli appena 15 mila presenti allo stadio per assistere a Napoli – Sampdoria, uno smacco assolutamente non da poco da parte di una piazza come quella partenopea. La campagna abbonamenti in una città come Napoli riflette gli umori della tifoseria e lo stadio semi-vuoto sarà la prova che il lavoro fatto finora dalla società non piace alla maggioranza dei tifosi. 
A Maurizio Sarri l’ultima parola, al campo l’ultimo giudizio. Da domenica contro la Sampdoria si vedrà davvero a cosa può aspirare questo Napoli, a De Laurentiis restano soltanto pochi giorni per lanciare un forte segnale, a prezzi ragionevoli o meno.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top