Notizie

Panoramica sui talk show delle emittenti televisive locali. Ferlaino show: “Sogno lo Scudetto al Napoli e il Verona in B!”

d2f8a35d2348f2c55aba5dcd23546124

Ecco alcune dichiarazioni raccolte nel corso del consueto lunedì sera di analisi, accesi dibattiti e previsioni sul cammino degli azzurri in alcune tv partenopee. Canale 21: Il bello del calcio 

Di Marzio: “Il Napoli col Verona ha avuto pazienza, tenendo sempre il pallino del gioco in mano. Ieri abbiamo riscoperto un grande Hamsik. Non ci sono più parole per spiegare quello che sta facendo la formazione di Sarri. E’ ovvio che sia in lotta e magari favorita per lo scudetto”
Sosa:
“Higuain è devastante, fa reparto da solo ma le sue prestazioni non mi sorprendono. Uno che ha fatto gol di tacco con la maglia del River in un match contro il Boca, uno che è stato al Real Madrid non può non essere il miglior centravanti ‘europeo'”
Caputi:
“A Verona, una grande e incoraggiante prova di maturità. Insigne prima del gol meritava 5 in pagella. Poi ha dimostrato di essere un grande giocatore. Inter? Il Napoli ha Higuain, ma il vero ‘bomber’ di Mancini è Handanovic”
Galderisi:
“Solo un allenatore come Sarri poteva garantire ai tifosi questo gioco e alla squadra questa convinzione nei propri mezzi”

Canale 8: Ne parliamo il lunedì

Del Genio: “Al gol di Insigne non ho quasi esultato perchè avevo paura che Lorenzo, essendo già ammonito, potesse scaricare il nervosismo accumulato a causa delle offese dei veronesi e fare una stupidaggine che gli avrebbe potuto costare anche un’espulsione. La coppia Insigne-Higuain mi ricorda quella formata da Cavani e Lavezzi, lasciando stare i vari Maradona, Careca e Giordano. Devo dire che su Chiriches è stata detta un’inesattezza clamorosa relativa alla sua lentezza. Invece sta dimostrando di essere un calciatore di spessore, cosa che io anticipai già dal ritiro. I calendari di Napoli, Roma, Inter e Juve, da qui a Natale, sono abbastanza equilibrati. Spero che i bianconeri, dopo questo prossimo filotto di gare, escano fuori da ogni discorso legato allo scudetto. Se così non dovesse essere, con l’organico importante che ha, la ‘Vecchia Signora’ potrebbe essere una pretendente, ovviamente, pericolosa. Inter? C’è qualche piccola speranza per Mertens, nessuna per Gabbiadini. Sul mercato devo dire che per il Napoli prendere un difensore di grande livello vorrebbe dire mettere in discussione Albiol, Koulibaly e lo stesso Chiriches che tanto bene stanno facendo. Non mi sembra quindi uno scenario possibile”
Malfitano:
“Ieri il Verona ha disputato l’anticalcio. Mai avuto dubbi sulla vittoria degli azzurri anche perchè il singolo prima o poi avrebbe potuto sbloccare il match con una giocata vincente. Finalmente sono contento per la prestazione di Hamsik”
Pedullà:
“L’addio di Benitez è stata una fortuna per il Napoli. Mercato? In questo momento non ci sono margini per Soriano. Per gli azzurri la ricerca del centrocampista, per gennaio, sarà complicata. Per l’attacco Giuntoli sta studiando dei profili per giugno. Per quanto riguarda Rugani, la pista si aprirebbe solo nel caso in cui la Juventus dovesse trovarsi in uno stato di estrema crisi dal punto di vista della classifica”
Fontana:
“E’ stato corretto sostituire, prima del gol, Callejon e non Insigne con El Kaddouri, anche perchè è il risultato finale a sostenere la scelta di Sarri. Però effettivamente lo spagnolo non era in grande condizione e quindi meritava di uscire. Vorrei, invece, che Insigne calciasse i tiri dalla bandierina. Il tandem che Lorenzo forma con Higuain mi ricorda, con le dovute proporzioni, la coppia Sosa-Calaiò”
Corbo:
“Prestazione eccellente del Napoli in una partita molto complessa. Questa squadra, dopo un inizio di stagione ad handicap, è arrivata a dei livelli di credibilità di gioco e di risultati insperati. Hamsik quest’anno è in forma, si impegna molto e quindi sta dimostrando le sue capacità. Però dobbiamo essere onesti e dire che l’anno scorso le cause delle sue difficoltà di rendimento non erano attribuibili a Benitez”
Giordano:
“Ieri Jorginho ha fatto una partita da 8. Hamsik quest’anno ha ritrovato sè stesso ma il miglio di questo giocatore, a livello di risultati, l’abbiamo visto nel biennio targato Benitez. Lo slovacco è il figliol prodigo di De Laurentiis, è l’emblema della svolta del Napoli dal 2007 ad oggi. Vi svelo un retroscena raccontatomi da Pierpaolo Marino: l’allora centrocampista del Brescia, nell’estate del 2007, doveva finire all’Inter. Poi fu un colpo geniale dell’ex dg azzurro a portarlo a Napoli”

Tv Luna: ADL, Alvino dalla luna

Scozzafava: “Grande prova di maturità e forza in una partita così difficile perchè gli azzurri hanno sbloccato il match, paradossalmente, nel momento più difficile. La mossa di Sarri, che è entrato perfettamente nella testa dei giocatori, di non sostituire Insigne è stata di grande intelligenza. Abbiamo etichettato molte volte Hamsik come un calciatore dalla poca personalità; ebbene ieri ha dimostrato l’esatto contrario. Dopo un gol sbagliato ad inizio match, nel secondo tempo ha avuto il coraggio e la determinazione per rifarsi e incidere sulla vittoria finale. 
Modugno:
“Insigne, pur non essendo all’inizio,strutturalmente, il giocatore giusto per Sarri – un 10 alla Saponara per intenderci – è diventato l’uomo imprescindibile del tecnico. Tuttavia il folletto di Frattamaggiore, in fondo, a modo suo, sta facendo il trequartista”
Ottaiano:
“Insigne si stava innervosendo perchè, prima del gol, non riusciva a realizzare quella giocata che potesse zittire i veronesi. Per fortuna non è mai andato sopra le righe, si è tranquillizzato ed ha realizzato quella prodezza che ha sbloccato la partita. Conosco perfettamente le potenzialità di Lorenzo e vi dico che in alcune gare avrebbe potuto dare anche di più. Lo stimolo sempre a fare meglio. Ritengo che la migliore prestazione di quest’anno, il mio assistito l’abbia fatta nel primo tempo contro la Sampdoria. Il pezzo de ‘L’Arena’? Un modo sbagliato – da parte del giornalista che ha scritto l’articolo – di manifestare la propria ‘vicinanza’ ai tifosi veronesi che insultano i napoletani. E’ stata comunque una parentesi vergognosa del giornalismo italiano”

Canale 9 : Tutti in campo

Ferlaino: “Napoli-Inter è una partita che potrà darci delle risposte importanti. A maggio il Napoli arriverà certamente tra le prime tre posizioni, almeno la Champions ce l’ha assicurata. Poi spero che vinca il campionato e che il Verona vada in Serie B. Sono contento che il Real Madrid abbia perso contro il Barcellona; Benitez non mi è mai piaciuto, ha preso in giro i napoletani. Sui cori razzisti: come è possibile che partano dopo la Marsigliese? L’Italia non è un paese unito. Siamo sicuri che Napoli e Verona appartengano entrambe a questo Stato?!”
Fedele:
“Il Napoli ha dimostrato di avere grande pazienza, cercando di non agitarsi quando il gol tardava ad arrivare. L’immagine dell’abbraccio tra Sarri e Insigne è straordinaria. Il fuoriclasse assoluto del Napoli è Hamsik, è l’unico che con tre passaggi ti spacca le difese. Jorginho ad esempio è sempre uno dei più precisi e costanti nei passaggi però molte volte sono poco efficaci; io preferisco quei pochi, ma decisivi, di Marek. L’errore commesso dal Napoli nel primo tempo è stato quello di attaccare poco sulle fasce con le sovrapposizioni di Ghoulam e Hysaj a Insigne e Callejon.
Il Napoli contro l’Inter condurrà sicuramente la partita. I partenopei dovranno stare attenti sui calci piazzati a sfavore. Ho notato che difendono molto male sulle punizioni. E poi se dovessi trovare un altro difetto a questa squadra direi che sugli spazi larghi concede un pò troppo agli avversari”
Iavarone:
“Per la prossima gara, con l’Inter, temo molto Handanovic che a mio avviso vale il 60% dei nerazzurri”
De Giovanni:
“Se non si interrompono le partite quando sugli spalti vengono intonati i cori di discriminazione, non si risolverà mai nulla. Fin quando la Federazione non interverrà, noi napoletani saremo sempre vittime di questi cattivi costumi. Ieri il Verona ha esposto un vergognoso anticalcio. Chi paga il biglietto vuole assistere ad una partita di calcio tra due squadre che se la giocano a viso aperto non ad una gara costantemente a senso unico”
Montervino:
“Andare a vincere in quel modo a Verona è stato un segnale dato al campionato. Ho avuto la fortuna di giocare con Hamsik. Lo slovacco è un giocatore devastante. Vi posso assicurare che tra partite e allenamento gli ho visto sbagliare un solo passaggio, un solo tiro e un solo lancio”
Taormina:
“Ieri il Napoli ha fatto il 70% di possesso nel primo tempo, senza trovare il gol. Nel secondo, invece, è bastato il guizzo del campione per segnare, pur tenendo meno il solo pallino del gioco, talvolta fine a se stesso”

© Riproduzione riservata. Ne è consentito un uso parziale previa citazione corretta della fonte.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top