Notizie

Panoramica sui talk show delle emittenti televisive locali prima della sosta natalizia. Pedullà svela l’obiettivo numero uno per gennaio

4d705de92ee8bc48d741499b5beef403

Ecco alcune dichiarazioni raccolte nel corso del consueto lunedì sera di analisi, accesi dibattiti e previsioni sul cammino degli azzurri in alcune tv partenopee. Prossimo appuntamento lunedì 11 gennaio.
Canale 21: Il bello del calcio

Di Marzio: “Sapevamo che vincere a Bergamo sarebbe stato difficilissimo ed infatti la prestazione, non eccellente del Napoli, ha dimostrato ciò. Ora il mercato sarà decisivo. Con tre alternative in più ai titolari, questa squadra potrà arrivare fino in fondo. E poi deve cominciare a segnare un pò in più anche qualcuno che non sia necessariamente Higuain, su tutti i centrocampisti. Sono convinto che aldilà dei tifosi, i primi a crederci siano i calciatori stessi. Rigori? Non li farei mai tirare ad Higuain, gli preferisco piuttosto Reina dal dischetto”
Pascal Vicedomini:
“La più grande notizia del giorno è la squalifica di Blatter e Platini, un bene per il calcio mondiale”
Ambrosino:
“Arriverà un giocatore molto forte dalla Spagna (Gomes del Valencia ?, ndr). Napoli, Inter e Juventus sono le tre squadre più complete del campionato che è molto interessante perchè si arriverà fino alla fine per decretare il vincitore”
Cucci:
“La partita di Bergamo era il match clou di quest’anno. In questo tipo di partite non bado alla bellezza del gioco ma al risultato. Gli azzurri nelle ultime partite hanno fatto vedere di sapersi travestire a seconda dell’avversario e delle situazioni che si trova di fronte. Vedrete che alla fine il girone d’andata lo vincerà la Juventus che poi in quello di ritorno creerà il panico fra tutte le altre pretendenti al titolo. E’ la più attrezzata per arrivare fino alla fine” 
Sosa:
“Il Napoli non ha giocato male, era semplicemente meno brillante. Ma ieri contava solo vincere. Non vedo come si possa migliorare questo gruppo”
Caputi:
“Il Napoli ha giocato come sempre, il problema è che è in leggere calo fisico. Deve inoltre migliorare sulla distribuzione delle reti. Su 31, 16 sono di Higuain ed è quindi la squadra a mandare in gol il minor numero di calciatori”
Bacconi:
“Ho parlato con Reja che mi diceva che aveva preparato la partita aggredendo il Napoli che però nonostante le difficoltà ha avuto la determinazione di punire l’Atalanta. Con l’intensità che avevano mostrato i padroni di casa nel primo tempo, reagire nella ripresa come ha fatto la formazione di Sarri, non sarebbe stato facile per nessuno”


Canale 9: Tutti in campo


De Maggio: “Ve lo preannuncio, da gennaio in poi i rigori li tirerà Jorginho”
Montervino:
“Tra un pò si entrerà nella fase decisiva del campionato e l’Inter, che non sarà impegnata nelle coppe europee, avrà un vantaggio non indifferente rispetto alle altre”
Fedele:
“Il campionato si vincerà a 83/84 punti, per cui si potranno anche perdere più di quattro partite, a campionato concluso. Ieri il Napoli ha disputato la peggior prestazione della stagione ed è stata il coronamento dello sciagurato tonfo di Bologna. Higuain? E’ uno dei migliori attaccanti d’Europa. Ieri, tecnicamente parlando, non ha segnato di testa perchè la palla gli sbatte sulla testa, anche se è un gol provato in allenamento. Rigori? Proverei con Reina, tuttavia Jorginho, anche per il tipo di calcio che dà al pallone nei passaggi, potrebbe essere la soluzione definitiva” 
De Giovanni:
“Per un vecchio tifoso del Napoli vincere a Bergamo, come anche a Verona, conta molto. I tifosi orobici hanno, con la loro orribile usanza di dare addosso ai napoletani, reso ancora più dolce questa vittoria che non è stata per niente facile. Se non ci fosse stata l’ingenuità di De Roon, probabilmente la gara sarebbe stata ancora più difficile, in un primo tempo in cui siamo anche stati messi sotto dall’Atalanta. Nessuna delle prime cinque delle classe sembra avere tutte le carte in regola per vincere con certezza lo scudetto. Se il Napoli dovesse arrivare ad aprile con calciatori in forma e quindi in grado di piazzare la volata finale, avendo alle spalle delle valide alternative, allora potrebbe fare la differenza rispetto alle dirette concorrenti. Per i rigori proverei o con Mertens o Callejon”
Ferlaino:
“Il Presidente adesso deve per forza rinnovare il contratto di Sarri perchè a breve scadrà l’opzione per il secondo anno e se non dovesse esercitarla in tempo, rischierebbe di perderlo e di mettersi il pubblico contro. Così come siamo messi abbiamo le possibilità di vincere. Non serve neanche intervenire sul mercato, anche perchè i grandi campioni non vogliono più venire in Italia e poi la sesione di gennaio non offre quasi mai granché”

Tv Luna: ADL, Alvino dalla luna

Scozzafava: “Vedo Allan e Jorginho affaticati, mentre Hamsik oramai ci ha abituati ad ‘accendere e spegnere la luce’. Per Allan credo non sia solo un problema mentale ma anche fisico. L’ex Udinese non è infatti abituato ai tre impegni settimanali. Ecco che sarà importante il mercato e prendere calciatori funzionali sin da subito, soprattutto a centrocampo perchè Il Napoli ha il dovere di competere su tutti e tre i fronti e quindi dovrà attrezzarsi come si deve”
Modugno:
“Mi ha sorpreso non vedere Higuain battere il calcio di rigore. Lui che è il leader tecnico avrebbe dovuto prendersi la responsabilità di farlo. Fino ad un mese e mezzo fa il Napoli aveva il controllo totale delle gare per tutti e 90 minuti. Ad oggi invece, a partire dagli ultimi venti minuti con l’Inter, non dà più la sensazione di poter vincere con sicurezza. Però devo dire che portare a casa anche partite sporche fa parte del processo di crescita di questa squadra. Obiettivi? In questo momento i tifosi non chiedono al Napoli lo Scudetto ma di giocarsela fino alla fine”
Gifuni:
“Bisognerebbe stabilire definitivamente un unico rigorista. Secondo me Hamsik ha qualcosa in più di Higuain da quel punto di vista. Credo sia una questione di testa e forse non solo. Il Napoli è la squadra, negli ultimi otto anni, ad aver avuto il maggior numero di rigori a favore e purtroppo la bassa percentuale di realizzazione degli stessi fa riflettere. Non sono d’accordo con Sarri che afferma che il Napoli non ha ancora obiettivi delineati, perchè il primo di questi deve essere senza dubbio la qualificazione in Champions”


Canale 8: Ne parliamo il lunedì

Del Genio: “Il Napoli può avere un’altra grande soluzione di gioco. A partita in corso Sarri potrebbe schierarsi con un 4-4-2 magari con Gabbiadini accanto ad Higuain in attacco. Mertens ha giocato poco sin qui e forse potrebbe essere questo il motivo per il quale abbiamo ricevuto pochi rigori fino a questo momento. Non capisco perchè Hamsik non li calci più come faceva un tempo e cioè rasoterra Cosa è accaduto in tribuna stampa all”Atleti Azzurri d’Italia’? Un collega ha esultato al gol del Napoli ed un tifoso bergamasco sui 65/70 anni ha aggredito la sua fidanzata”
Fontana:
“Il Napoli ha dimostrato spirito di sacrificio, cuore e di avere carattere. Sono stati fatti dei notevoli passi in avanti anche da Sarri che credo fosse il primo a non aspettarsi un Napoli in queste condizioni di classifica”
Corbo:
“Il futuro del Napoli è nel grande abbraccio tra Higuain e Sarri. Da lì è ricominciata la grande cavalcata del Napoli verso lo Scudetto per il quale lo ritengo favorito”
Pedullà:
“Ben venga la dipendenza da Higuain perchè le dipendenze da campioni come il Pipita possono farti scrivere la storia. Se il Napoli dovesse vincere quest’anno lo scudetto, qualcuno dei big a fine stagione potrebbe dire addio perchè penserebbe di aver coronato un sogno e di ritenere giusto cercare un’esperienza altrove. Per me c’è Sarri sulla copertina del 2015 del Napoli. Mercato? Henrique ha varie offerte. Per Zuniga c’è stato un incontro venerdì scorso. Il calciatore chiede il prolungamento. Per De Guzman invece c’è un accordo col Bournemouth, probabilmente esiste un problema di natura fisica per il quale si sta decidendo se intervenire o meno chirurgicamente. Questo aspetto sta rallentando la chiusura dell’affare. Dezi invece ha tanto mercato, anche di bassa Serie A, ma in Serie B il Novara è in netto vantaggio e da un momento all’altro pò chiudere quando vuole. In entrata non mi risultano tentativi per Rabiot, nè tantomento trattative impostate per il francese che non lascia certamente il PSG per non giocare. Gomes invece è un obiettivo certificato per il quale il Napoli ha offerto tra i 15 e i 16 milioni ma per il momento il Valencia ne chiede almeno dieci in più. Però il centrocampista spinge per andare via e vi assicuro che è lui il profilo che la società ritiene più interessante, anche in ottica futura. Da registrare inoltre un ultimo assalto per Vecino, respinto ancora una volta. A giugno il discorso potrebbe essere ripreso e magari allargato a Kalinic. In difesa infine non ci sono grandi novità”
Malfitano:
“Higuain è tre quarti di questa squadra. Il fatto di essere dipendenti da lui non mi stupisce più, lo dico da sempre. Per quanto riguarda la gara con l’Atalanta secondo dati statistici, ieri il Napoli ha perso troppi palloni e la colpa non è stata solo del terreno di gioco. Molti degli errori sono arrivati dalle parti di Hamsik che ha sbagliato anche 10 su 25 rigori calciati. E allora perchè non farli tirare a Jorginho? Mi sembra giusto sfruttare le qualità del brasiliano da battitore di penalty che fino ad ora non ha mai sbagliato. Il Presidente non è la figura simbolo del Napoli in questo 2015. Piuttosto mi auguro che nel 2016 faccia quello che non ha fatto finora e cioè qualcosa in più per vincere il campionato. Ora lui e Sarri hanno l’obbligo di lottare per lo Scudetto”
Caiazza:
Non ho visto una squadra appannata a Bergamo. Sarebbe una bestemmia non provare a vincere con un giocatore come Higuain. Bisogna sfruttare al massimo le sue prodezze. Quando lui e il Napoli giocano come sanno non ce n’è per nessuno”

RIPRODUZIONE RISERVATA

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top